Cronaca

Bollettino Covid: crescono ricoveri e terapie intensive, 8 Regioni a rischio zona gialla

Il nuovo bollettino Covid conferma l'aumento delle morti e dei ricoveri in reparti ordinari e delle terapie intensive

I morti registrati nelle ultime 24 ore per Covid crescono, sono stati 83. Cresce anche il numero di ricoveri ordinari e terapie intensive, questo il responso del nuovo bollettino; sono 8 le Regioni a rischio per diventare zona gialla da lunedì. Sono poco più di 10mila i positivi da Covid nelle ultime 24 ore, con un tasso di positività che scende all'1,4%. Ma quello che preoccupa è la crescita del numero dei morti, 83 nelle ultime 24 ore, contro i 70 del giorno successivo. Crescono anche i ricoveri ordinari e quelli in terapia intensiva.

Tante sono le Regioni a rischio zona gialla: questo il bollettino

Sono esattamente 8 le Regioni in Italia che rischiano la zona gialla; su tutte l'Emilia Romagna, il Friuli Venezia Giulia e Bolzano. Situazione al limite anche nelle Marche, in Calabria e in Toscana.


Il presidente dell'Emilia Romagna Bonaccini fa notare, durante un intervista, che la maggior parte dei ricoverati in terapia intensiva sono persone che non hanno fatto il vaccino. Ulteriore testimonianza è che se tutti fossero vaccinati, oggi non si starebbe parlando di nessuna emergenza.

Intanto ieri in Italia c'è stato il record di terze dose somministrate, ben 164mila. Grande soddisfazione del commissario Figliuolo che ringrazia tutti quelli che continuano ad avere fiducia nel vaccino.

A breve le nuove decisioni del Governo

A giorni si va verso le nuove decisioni del Super Green pass per tutti i vaccinati e per i guariti. Ai non vaccinati non sarà consentito entrare negli uffici pubblici, negli stadi, sulle piste da sci, nei cinema e in tanti altri posti. Viene chiesto inoltre dalle Regioni che per i no vax, anche un tampone negativo non gli esoneri dalle restrizioni. Il Governo sembra portare avanti questa linea, ma non intende, per ora, limitare chi si è vaccinato, con chiusure di attività commerciali per salvaguardare così il Natale.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, formazione tecnica e fiscale, dopo anni di consulenza in azienda e presso CAF. Mi occupo anche dell’area Finanza, Economia, Fisco, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza e Fisco, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Aiutano il Lettore nel disbrigo di pratiche e consigli su come evitare multe salate. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati