Cronaca

La 69enne signora del Gratta e vinci da mezzo milione obbligata a lasciare Materdei

La 69enne signora del Gratta e vinci da mezzo milione che le era stato rubato, e poi successivamente recuperato, ora è obbligata a lasciare Materdei

Ricordiamo tutti la signora 69enne che vinse il Gratta e Vinci da 500 mila euro, e che fu rubato dal tabaccaio che poi tentò la fuga. Ora l'anziana donna si vede costretta a lasciare lo storico quartiere napoletano di Materdei.

La 69enne signora del Gratta e vinci da mezzo milione obbligata a lasciare Materdei

Ha vissuto una vita a Materdei, uno storico quartiere di Napoli, la signora di 69 anni che suo malgrado ha raggiunto molta notorietà a causa della sua rocambolesca vincita al Gratta e vinci. Eppure adesso lascerà questo posto dietro consiglio degli stessi familiari. Il timore è quello di essere oggetto di richieste ricattatorie o pretese di denaro da parte di conoscenti o di persone di malaffare.  La popolarità potrebbe crearle non pochi problemi, e così la cosa migliore è allontanarsi e non rendersi più reperibile, tanto più che ormai può riscuotere la vincita.


Inizialmente non erano affatto queste le sue intenzioni. Magari si sarebbe concessa una piccola vacanza, questo sì, ma non avrebbe voluto lasciare i luoghi di sempre, cambiare abitudini. Ora si vede costretta, per prudenza, ad allontanarsi seppur a malincuore. Sicuramente nel frattempo aiuterà economicamente i familiari.

Leggi anche gli ultimi fatti di cronaca: Spacciatore vittima di un ovulo di coca, muore atrocemente a Roma

Rimane in carcere il tabaccaio

Gaetano Scutellaro, il tabaccaio che sottrasse il biglietto vincente all’anziana signora, si trova attualmente in carcere. Il suo legale fa sapere che Scutellaro è in isolamento, e necessita di cure che al momento non riceve. Il suo assistito è affetto da una patologia psichiatrica più grave del bipolarismo, e per questo già da tempo veniva seguito presso il Dipartimento di Igiene mentale della Asl Napoli 1. Il legale riferisce l’intenzione di fare ricorso affinché venga rivista la misura cautelare in carcere, date le condizioni emotive del cliente. Aggiunge anche che il tabaccaio spera di poter ottenere prima o poi il perdono dell’anziana signora.

Una pillola di conoscenza

Questo spazio, a cura di Francesca Borrelli, ha lo scopo di fornire piccoli spunti di informazione su temi di interesse generale.

Articoli collegati