Cronaca

Massimo Adriatici della Lega uccide un marocchino, rischia l’accusa di omicidio volontario: è scontro tra i vari partiti

Voghera, assessore leghista spara in piazza e uccide un uomo marocchino: rischia un accusa per omicidio volontario

Non si placano le divergenze e le contestazioni che vedono protagonista il leghista Massimo Adriatici. L'episodio è accaduto a Voghera, il politico spara e uccide un uomo marocchino dopo una lite in una piazza davanti ad un bar. Omicidio colposo o legittima difesa, è questo il dilemma che dovranno sciogliere le indagini.

Assessore leghista uccide un uomo marocchino: è scontro tra i partiti

L'assessore leghista, ex poliziotto, è intervenuto per fermare un uomo marocchino che disturbava i clienti di un bar da lui frequentato. Il diverbio, il litigio, poi la spinta dell'extracomunitario all'assessore che cade, parte un colpo. Adriatici si discolperà dicendo che il colpo è partito per sbaglio, non sapeva di avere il colpo in canna.


Per quanto gli si voglia credere, l'evidenza non toglie che avesse la pistola in mano l'assessore. Versioni discordanti dovranno essere chiarite. Il teatro della sciagura in piazza Meardi, a Voghera, i protagonisti l'assessore della Lega e un marocchino irregolare di 39 anni, Youns El Boussetaoui, irregolare e con precedenti per spaccio e reati contro il patrimonio, e senza fissa dimora.

Definito un po' da tutti un disturbatore seriale e spesso ubriaco, ma non pericoloso. In questa occasione un po' agitato, urla contro una coppia di giovani, lancia una sedia contro un cagnolino di due clienti solo perché abbaia. Da qui l'intervento dell'assessore che prende il telefonino e minaccia di chiamare la Polizia.

Il marocchino reagisce e mettendo una mano sul viso spinge il politico a terra, e da qui parte il colpo. Ma l'assessore in mano aveva il telefonino o la pistola? Perché andare in giro con il colpo in canna? Le telecamere di sorveglianza e le indagini scioglieranno tutti i dubbi. L'uomo, colpito al cuore, muore appena arrivato in ospedale.

Per ora Massimo Adriatici dovrà rispondere di eccesso colposo per legittima difesa, si è autosospeso dalla sue funzioni l'ex poliziotto e avvocato. Adesso si trova già agli arresti domiciliari.

Sul leghista Adriatici interviene la politica

Dopo questo episodio il Pdi chiede alla Lega di discostarsi, dopo che Salvini è intervenuto dicendo che è legittima difesa, da questo episodio. Lo stesso Letta interviene affermando di voler ridiscutere il fatto di essere liberi di camminare con un'arma e chiede uno stop alle armi private.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, formazione tecnica e fiscale, dopo anni di consulenza in azienda e presso CAF. Mi occupo anche dell’area Finanza, Economia, Fisco, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza e Fisco, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Aiutano il Lettore nel disbrigo di pratiche e consigli su come evitare multe salate. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati