Cronaca

Omicidio Chiara Ugolini: tragico epilogo per il suo assassino, Impellizzeri si suicida in carcere

Un tragico epilogo per Emanuele Impellizzeri, l'uomo accusato dell'omicidio di Chiara Ugolini, trovato morto nella sua cella

Emanuele Impellizzeri arrestato per l’omicidio di Chiara Ugolini, si è impiccato in carcere. È successo alle prime ore dell’alba. La scoperta del suicidio è avvenuta alle ore 5:30 del mattino di oggi 27 settembre. L’uomo aveva 38 anni, originario di Catania, proprio oggi era previsto un interrogatorio.

Impellizzeri: accusato per omicidio di Chiara si suicida in carcere

La notizia è riportata dal segretario nazionale della Uilpa Polizia Penitenziaria, Gennarino De Fazio. Impellizzeri, si è tolto la vita, l'uomo si è impiccato nella sua cella del carcere di Verona. Dalle prime notizie, la tragica scoperta è avvenuta intorno alle 5:30 di stamattina. La notizia del suicidio d'Impellizzeri è confermata all’Ansa, e anche dal suo avvocato d’ufficio, Mattia Guidato. Ricordiamo che il 38enne era accusato dell’omicidio della 27enne Chiara Ugolini. L’uomo era stato fermato e arrestato il 6 settembre lungo l’autostrada del Sole, nei pressi di Firenze, mentre tentava di fuggire da Calmasino con la sua motocicletta.


L’uomo di origini siciliane, davanti ai magistrati, si era sempre avvalso della facoltà di non rispondere. Negli ultimi giorni inoltre, era avvenuto il suo trasferimento dal carcere di Solliciano di Firenze al Montorio di Verona. Dove è stato ritrovato privo di vita. Secondo le notizie riportate alla stampa, oggi Impellizzeri, doveva sostenere un interrogatorio.

Ricordiamo che l’uomo, si era introdotto nell’appartamento della sua vicina Chiara Ugolini, e con brutale violenza, l’aveva colpita più volte, causandole gravi lesioni agli organi interni. In più, per impedirle di chiedere aiuto, le aveva tappato la bocca con uno straccio imbevuto di candeggina.

Camilla

Salve sono Camilla, mi piacciono molto le belle storie e i buoni film. Amo molto viaggiare e veder posti nuovi e lontani. Da piccola, fantasticavo molto, inventavo e scrivevo racconti, che finivano sempre a lieto fine. Poi crescendo ho fatto di ogni nuovo interesse, una passione. Le passioni sono importanti per me, sono il motore della vita. Senza di esse la nostra esistenza è piatta. Sono una continua scoperta anche per me stessa, tanto che alcune volte ne rimango meravigliata.

Articoli collegati