Cronaca

Reggio Emilia: donna uccisa in un parco dal suo ex compagno

Femminicidio a Reggio Emilia: una donna di 34 anni uccisa a coltellate dal suo ex compagno in un parco

Ancora un femminicidio, questa volta a Reggio Emilia, e il protagonista è stato ancora un uomo di 24 anni che ha ucciso la sua ex compagna dopo che era stato condannato per stalking in una sentenza emessa proprio contro di lei; ma al momento dell'omicidio era libero.

Femminicidio a Reggio Emilia: ancora una volta donna vittima del suo ex

Si chiamava Juana Hazana Loayza, aveva 34 anni, originaria del Perù. La donna era residente in Italia ed è stata trovata morta in un parco pubblico a causa di ferite causate da un coltello. Ricercato e fermato da subito il suo ex compagno; una volta portato in caserma il 24enne ha confessato l'omicidio. Nel settembre scorso l'uomo era stato processato e arrestato per stalking proprio per reati commessi contro la sua ex; libero però dal 4 novembre dopo aver patteggiato.


La donna era residente nella città emiliana ed era dipendente di una cooperativa d'assistenza in zona. Lascia un figlio di un anno e mezzo avuto da una precedente relazione. La donna è stata trovata priva di vita in un giardino pubblico di Via Patti. La donna presentava una ferita da arma da taglio al collo, causa poi della morte.

Appena trovato il corpo dell'avvenuto femminicidio, sono scattate le ricerche dell'assassino che hanno portato all'arresto dell'ex compagno, che una volta in caserma ha confessato l'omicidio. Da una prima ricostruzione l'uomo avrebbe avvicinato la sua ex compagna in un locale del centro in serata e si sarebbe offerto di accompagnarla a casa. Durante il tragitto sembra che ci sia stata una discussione tra i due, e l'uomo approfittando del buio e della presenza del parco deserto, avrebbe prima cercato di strangolarla e poi l'avrebbe accoltellata. In programma l'autopsia che chiarirà la vera dinamica e di come sia avvenuta la morte della donna. Il coltello sporco di sangue è stato trovato poco distante dal corpo ed è al vaglio degli inquirenti.

L'uomo libero dopo sentenza per stalking

L'uomo aveva subito l'arresto lo scorso 5 settembre per atti persecutori verso la donna per poi essere rilasciato il giorno dopo e sottoposto alla misura cautelare con il divieto di avvicinamento. Ma il 10 settembre l'uomo aveva violato la misura e arrestato di nuovo, per poi ottenere, il 23 settembre, gli arresti domiciliari. Il 4 novembre era tornato libero dopo aver patteggiato due anni con la sospensione della condizionale.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, formazione tecnica e fiscale, dopo anni di consulenza in azienda e presso CAF. Mi occupo anche dell’area Finanza, Economia, Fisco, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza e Fisco, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Aiutano il Lettore nel disbrigo di pratiche e consigli su come evitare multe salate. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati