Cronaca

Vaccini: in Italia Pfizer supera AstraZeneca per segnalazioni avverse

L'Aifa diffonde la notizia che Pfizer supera AstraZeneca nel numero di segnalazioni avverse nei vaccini.

I dati che ci arrivano dall’Aifa, ci confermano che le maggiori segnalazione in Italia, sui vaccini e delle sue condizioni avverse, arrivano da Pfizer, e non da AstraZeneca. Sono settimane che si discute sulle reazioni ritenute gravi del vaccino anglo-svedese AstraZeneca in Italia; le ultime notizie, dicono però che Pfizer supera di gran lunga le segnalazioni avverse dopo la somministrazione del vaccino.

Pfizer supera AstraZeneca su segnalazioni avverse: lo conferma l’Aifa

La chiarezza sulla questione, arriva da una fonte certa, dall’Agenzia Italiana del Farmaco, almeno in Italia. Sono stati presi in considerazione tutti i vaccini effettuati dal 27 dicembre 2020 fino al 26 marzo 2021.


In Italia sono state somministrate, fino a quel periodo, circa 9 milioni di vaccini; sono state fatte 46mila segnalazioni avverse dopo fatto il vaccino, con solo il 7% di sintomi gravi. La percentuale darebbe così, su 100 mila dosi di vaccino, 36 situazioni avverse gravi.

Sui 46mila casi avversi è stato riscontrato casi di lieve entità; nell’87% di somministrazioni, sia nello stesso giorno del vaccino o al massimo il giorno dopo, si sono registrati dolori nel punto dell’iniezione, nausea, brividi, cefalea, febbre o dolori muscolari.

La cosa che più incuriosisce, è che per ben l’81% delle persone vaccinate, aveva ricevuto il vaccino Pfizer, il 17% da AstraZeneca e solo il 2% da Moderna.

Anche per le persone decedute dopo essere state vaccinate, 76 avevano ricevuto Pfizer, 12 AstraZeneca e 12 Moderna. La percentuale in base alle dosi somministrate sono 1,1 persona ogni 100mila dosi, 2,8 ogni 100mila dosi per Moderna e 0,7 per chi ha ricevuto AstraZeneca.

Come si può vedere da questi dati diffusi dall’Aifa, tutta la pubblicità negativa che si è fatta su AstraZeneca, non è fondata. Pfizer dovrebbe far più paura del vaccino anglo-svedese, ma poi non è così.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, mi occupo anche dell’area Finanza, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *