Cronaca

Vaccino Covid, la svolta: tra poco si potrà avere quello a somministrazione orale

Molto presto partirà una nuova sperimentazione di pillole come vaccino per il Covid

È allo studio il vaccino anti-Covid sotto forma di pillole. Da un momento all’altro potrebbe cambiare la situazione vaccini. Molti studi simili, sono già partiti a maggio del 2020 da parte di Pfizer e Moderna, ma non si hanno notizie. Parliamo del vaccino in pillole, questa volta l’annuncio è stato dato dall’azienda Oravax, che partirà con la sua sperimentazione già ad aprile 2021.

Presto una nuova sperimentazione per il Covid

La campagna vaccinale in Italia prosegue tra tante difficoltà e intoppi. Presto però ci si potrà assistere ad una vera e propria rivoluzione. Il vaccino potrebbe essere somministrato sotto forma di pillole, velocizzando e semplificando i tempi dell’immunizzazione.


Questa novità sul vaccino per il Covid in pillole, viene data dall’azienda Ovarax. Questa società sta lavorando ad una sperimentazione che può completamente stravolgere il mercato. La società è israelo-statunitense, e fa sapere che i test potrebbero incominciare già da aprile.

Alcuni precedenti però, sono ancora negativi in questo ambito. Una sperimentazione molto simile, la stanno portando avanti Moderna e Pfizer già da maggio 2020. Notizie incoraggianti e positive a tal proposito, non sono state ancora diffuse. Si pensa che prima del 2022, non si potranno avere notizie confortanti in merito.

Quali possono essere i benefici del vaccino in pillole

Per ora gli studi effettuati sugli animali con le pillole, hanno dimostrato già una presenza di anticorpi dopo solo la prima somministrazione. Secondo la Ovarax, è questo viene affermato con sicurezza, che le pillole anti-Covid possono garantire un importante protezione anche contro tutti i tipi di varianti, vecchie e nuove.

Un vaccino orale di questo genere, eviterebbe i tanti problemi che ci sono oggi nella distribuzione, che diventerebbe rapida e poco costosa rispetto ad oggi.

La cosa importante e quella che consentirebbe a tutti di vaccinarsi da soli e a casa. Ancora più importante, nel caso il vaccino diventi come quello influenzale, che il richiamo annuale garantirebbe a tutti una facile e comoda assunzione.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, mi occupo anche dell’area Finanza, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *