Cucina

Fagiolo dente di morto, facile e veloce da cucinare

Il fagiolo dente di morto è un prodotto tipico della Campania, in particolare tipico di Acerra, facile e veloce da cucinare si presta a molte ricette.

Il fagiolo dente di morto è un prodotto tipico delle campagne di Acerra, una cittadina della provincia di Napoli. La loro esistenza risale al 1700, periodo in cui erano conosciuti e apprezzati per la loro bontà da essere esportati in America.

I fagioli dente di morto si presentano con una consistenza pastosa. Il loro sapore particolarmente intenso e con una buccia esterna sottili, li rende facili nella cottura. Infatti si cuociono velocemente rispetto agli altre tipologie di fagioli.


Fagiolo dente di morto una specialità tutta Campana

Inoltre, il fagiolo dente di morto è uno dei principali prodotti dell’economia locale. La coltivazione dei fagioli di Acerra è riportata in vari testi storici della città, ma il dente di morto, così chiamato per il suo colore bianco opaco, molto simile ai denti dei morti. Riportato anche nella guida gastronomica Italiana, pubblicata dal Touring Club Italiano del 1931.

I fagioli sono considerati una vera e propria specialità di Acerra, ma il dente di morto grazie alla sua consistenza pastosa, al suo intenso e profumato sapore, lo rende molto adatto alle ricette con la pasta. Infatti, si possono realizzare tantissimi primi piatti, e il piatto "pasta e fagioli" tipico primo piatto della tradizione Napoletana.

Come ogni grande prodotto della nostra terra, si presta a svariate, fantasiose e gustose ricette, da servire calde o fredde, grazie alla sua pastosità e il suo eccellente sapore. Ecco alcune idee di piatti che si possono preparare:

>>Pomodori, patate e fagiolini: leggerezza e freschezza ideale in questo clima estivo

>>Pasta con fagioli spollichini e cozze, una ricetta prelibata per salutare l’estate

Tiziana Alvemini

Ciao, sono Tiziana, una delle mie più grandi passioni è la cucina. Fin da bambina amavo pasticciare in cucina e spesso facevo dolci buoni e anche carini. Poi crescendo ho imparato a fare di tutto, creando ricette e aggiungendo un tocco personale a quelle tradizionali con ottimi risultati, cercando di accontentare i gusti di tutta la mia famiglia.

Articoli collegati