Cucina

Insalata di riso venere con gamberetti

Insalata di riso venere con gamberetti: un ottimo primo piatto per questo periodo

L’insalata di riso venere è davvero una pietanza unica, un’ottima alternativa alle solite insalate che si mangiano quando arrivano i primi caldi. Il riso venere è un particolarissimo riso Italiano, nato da poco più di venti anni; viene prodotto nel Nord Italia, incrociando un riso della pianura padana a un riso nero asiatico. Questa varietà di riso è molto profumato, e il suo colore scuro lo rende molto  scenografico e si presta a molte preparazioni. Un primo piatto che stuzzicherà il nostro appetito in modo sorprendente.

Insalata di riso venere con gamberetti; gli ingredienti 

Per preparare questo superbo primo piatto, molto leggero e saporito, abbiamo bisogno di determinati ingredienti, vediamo quali:


  • 300 grammi di riso venere
  • 300 grammi di gamberetti
  • 200 grammi di surimi
  • 250 grammi di rucola
  • Succo di mezzo limone

Preparazione

Per la preparazione, bisogna cuocere il riso venere in abbondante acqua salata per circa 15 minuti; poi toglietelo dall’acqua, mettetelo in una ciotola, cospargetelo con olio e girate, lasciatelo raffreddare. Pulite i gamberetti togliendo la testa e il carapace, metteteli in una ciotola, cospargeteli con il succo di limone e lasciate riposare il tutto per 5 minuti.

Mettete in una padella dell’olio e mettetelo a riscaldare; poi versate i gamberetti tolti dal succo di limone, salate e cuocete per pochi minuti. Mettete i gamberetti nel riso, aggiungete la rucola lavata e i surimi fatti a pezzetti, condite con olio e limone (se piace, potete sostituire il limone con un poco di aceto). Lasciate insaporire e servite le porzioni fredde oppure a temperatura ambiente, come meglio preferite.

Seguiteci sul gruppo Delizie in tavola per scoprire nuove ricette. Inoltre, è possibile seguire la nostra pagina Facebook con tutte le ultime notizie.

Tiziana Alvemini

Ciao, sono Tiziana, una delle mie più grandi passioni è la cucina. Fin da bambina amavo pasticciare in cucina e spesso facevo dolci buoni e anche carini. Poi crescendo ho imparato a fare di tutto, creando ricette e aggiungendo un tocco personale a quelle tradizionali con ottimi risultati, cercando di accontentare i gusti di tutta la mia famiglia.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *