Economia

Allarme bollette: ad ottobre stangata di 247 euro a famiglia

Ad ottobre in arrivo aumenti sulle bollette, stimato di 247 euro a famiglia e non va meglio per le imprese, il Governo studia come fare.

In arrivo ad ottobre un salasso per le famiglie e le imprese, già molto provate dalla crisi economica dovuta alla pandemia Covid. Il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, ha annunciato il prossimo aumento che colpirà le bollette luce e gas. Si parla di un aumento già dal prossimo trimestre sulle bollette dal 31 al 42%. L'aumento colpirà le fasce più deboli ma anche la competitività industriale.

Allarme bollette: ad ottobre stangata con aumento fino al 40%

Un primo aumento consistente si è avuto prima dell'estate che ha portato i costi delle bollette ad un rialzo: luce del 9,9% e gas del 15,3%. Il ministro, aggiunge che questi problemi bisogna dirli e affrontarli per evitare che le famiglie si trovano impreparate di fronte alle prossime bollette. Inoltre, aggiunge che, l'impennata dei costi risente degli aumenti del gas a livello internazionale e anche gli aumenti della CO2 prodotta.


Il Governo studia come attenuare questa stangata, infatti, già a fine giugno è intervenuto sul Fondo da 1,2 miliardi per alleviare gli effetti disastrosi dei rincari.

Nel frattempo, anche l'Unione Nazionale dei Consumatori ha effettuato una stima degli aumenti per famiglia, e il rincaro totale si aggira su 247 euro annui. Anche qui, per aiutare le famiglie, il Governo cerca la soluzione che sterilizzi gli aumenti.

Ricordiamo che è sempre possibile accedere al Bonus bollette: luce, gas e acqua, non bisogna fare domanda è sufficiente l’ISEE, le novità

Attenzione alle truffe

Nel frattempo, anche i truffatori si sono messi in moto e con la notizia degli aumenti, molte le segnalazioni che ci sono pervenute su finti gestori,che consigliano di cambiare piano o gestore per diminuire gli aumenti in bolletta.

Bisogna fare molta attenzione e non accettare nulla per telefono, queste persone sono molto persuasive e quindi, non bisogna cadere nella loro rete. Consigliamo di non accettare nulla per telefono e chiamare direttamente il proprio gestore. Il più delle volte, l'operatore truffatore, consiglia di cambiare contratto perché l'attuale contratto non è più valido, oppure la tariffa applicata non sarà più la stessa o altro ancora.

Angelina Tortora

Giornalista iscritta all'Ordine dei Giornalisti Campania e ragioniera commercialista iscritta all’ordine dei Revisori Ufficiali dei Conti. Esperta in ambito fiscale e previdenziale, sempre vicino al Lettore nel disbrigo di pratiche e nello svolgimento di quesiti su varie tematiche previdenziali e fiscali. Esperta SEO e formazione.

Articoli collegati