Economia

Case a un euro nelle Marche, tra gli interessati anche molti americani

L'iniziativa italiana conquista tutti: altre nuove case a un euro nelle Marche che sono diventate oggetto di interesse di molti americani

L'iniziativa italiana di rivalutare zone del nostro territorio purtroppo soggette allo spopolamento degli abitanti sembra essere un successo costante. Da quando nel 2008 Vittorio Sgarbi fu nominato sindaco di Salemi, in provincia di Trapani, la sua iniziativa ha conquistato tutti. Facendosi consigliare dal fotografo e politico Oliviero Toscani, Sgarbi ha deciso di vendere le antiche case del comune a solo un euro. Questo progetto permetteva da una parte di salvaguardare il patrimonio artistico del territorio e dall'altra di occuparsi solo delle spese di ristrutturazione. Ma da quel momento in poi il progetto è stato adottato in altre regioni dell'Italia e in altre nazioni. Dopo gli USA, le Baleari e molte altre ancora, arrivano le case a un euro nelle Marche.

L'iniziativa di successo del momento, arrivano le case a un euro nelle Marche

Ebbene, anche le Marche hanno voluto aderire ad un'iniziativa che in questi anni in particolare sta avendo un successo mondiale. Stiamo parlando delle case a un euro che sono arrivate anche a Cantiano e che hanno registrato dei risultati davvero molto importanti.


Infatti, non solo italiani, ma sono soprattutto gli americani a interessarsi alle case a un euro nelle Marche. In particolare, una giovane 35enne che proviene dalla California abbia acquistato la prima casa in assoluto dell'iniziativa. Nei prossimi giorni, inoltre, saranno formalizzate le vendite di altre due case sempre per compratori americani.

Ma non è finita qui. Il successo di questa impresa non è dovuto solo al fatto che degli americani si siano interessati al progetto, ma soprattutto al numero di richieste. Per essere precisi, nell'iniziativa rientrano solo 10 case circa in contrasto con ben 5000 offerenti che le desiderano.

I vincoli dell'iniziativa

Oltre ai cittadini americani sopra riportati, si sono interessati al progetto anche persone di altra nazionalità. Parliamo di tedeschi, cileni, danesi, messicani, norvegesi e olandesi. Purtroppo, però, non tutti potranno acquistare i 10 immobili presenti a Cantiano.

Un metodo per poter decidere a chi spetteranno le case sarà quello di applicare il criterio della stabilità. Ovvero, le case andranno a chiunque sia intenzionato a stabilirsi a Cantiano e voglia affidarsi alle imprese locali per i lavori di ristrutturazione. Altri clienti favoriti saranno anche coloro che hanno una famiglia numerosa. Questo perché il paese necessita di una forte presenza di bambini.

Katia Russo

Ciao, sono Katia, sono laureata in Lettere Moderne presso l’Università di Salerno e attualmente sto continuando il percorso magistrale. Sono una grande curiosona, mi piace conoscere e trasmettere quante più notizie originali riesco a trovare. Adoro leggere, scrivere, disegnare, il cinema, la musica, l’arte e la cultura.

Articoli collegati