Economia

Assegno temporaneo: occhio alla scadenza in attesa dell’assegno Unico

In attesa dell'Assegno Unico possiamo beneficiare dell'Assegno temporaneo, abbiamo ancora qualche giorno per richiederlo occhio alla scadenza

L’Assegno temporaneo è un sostegno provvisorio alle famiglie con figli a carico. Si tratta di un assegno ponte che permette di anticipare a quest’anno quello che dal 2022 sarà l’Assegno Unico. L’INPS ha concesso più tempo per presentare la domanda e per ottenere gli arretrati. È ancora possibile farne richiesta, infatti la scadenza è stata spostata dal 30 settembre al 31 ottobre.  

Chi presenta la domanda entro il 31 ottobre ha la possibilità di recuperare gli arretrati delle mensilità a partire dal 1° luglio. Questa, infatti, è la data in cui è iniziato il regime provvisorio. Inoltre potrà ricevere ogni mese il sostegno per i figli a carico dal 1° novembre. L’ultimo termine per presentare la domanda è il 31 dicembre. Però, in tal caso, non si ha diritto alle mensilità precedenti. Dopo quella data andrà in vigore l’Assegno Unico.


Assegno temporaneo: chi ne beneficia e quanto vale

La misura è diretta a sostenere circa 2 milioni di nuclei familiari con figli a carico sino all’età di 21 anni. Il sostegno ammonta a poco meno di 170 euro per ogni figlio minore, somma che sale a 220 euro a partire dal terzo. Nel caso dei figli disabili è prevista una maggiorazione.

Hanno diritto a percepire l’assegno temporaneo i nuclei familiari di lavoratori autonomi, a questi si aggiungono gli inoccupati e coloro che già percepiscono gli assegni familiari. Viene erogato in base all’ISEE. Si parte da un minimo di 7.000 euro (diritto pieno), per arrivare ad un tetto massimo di 50mila euro (oltre il quale non si ha più diritto).

L’Assegno temporaneo è del tutto compatibile con altri benefici. Ad esempio si va a sommare al Reddito di cittadinanza, oppure all’assegno ai nuclei familiari con almeno 3 figli minori, al premio alla nascita e all’assegno di natalità.

Potrebbe interessare anche>>>Assegno unico figli minorenni e maggiorenni dal 2022, occhio alla domanda

Come presentare domanda all’INPS

Oggi è ancora più semplice presentare la domanda all’INPS per l’Assegno temporaneo. Basta farlo in modalità telematica, occorre Spid, Pin o Cie. Oppure si può ricorrere ai centri di patronato.

Qualora si verifichi una variazione del nucleo familiare durante il periodo in cui si sta percependo l’Assegno temporaneo, bisognerà presentare una Dsu (Dichiarazione sostituiva unica) aggiornata entro 2 mesi dalla data della variazione e l’Isee aggiornata.

Francesca Borrelli

Mi ha sempre affascinato l'uomo e la sua interiorità. C'è un universo dentro ciascuno di noi che aspetta di essere esplorato e conosciuto e trovo che la via spirituale, accanto a quella psicologica, possa far luce lungo il cammino della vita.

Articoli collegati