Economia

Come richiedere lo SPID gratis e senza costi nascosti

Ecco come ottenere lo SPID gratis facendo attenzione ai costi nascosti applicati sul passaggio di livello e sul rinnovo alla scadenza.

Lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) consente ai cittadini e alle imprese di accedere ai servizi gestiti dalla Pubblica Amministrazione e i servizi privati aderenti. In questo periodo c’è un boom di richieste dello SPID in quanto l’INPS ha avvisato che dal 1° ottobre si potrà accedere alla sua piattaforma solo con le credenziali SPID, CNS e CIE. Quindi, pensionati, lavoratori e tutti coloro a cui spettano indennità NASPI, bonus asilo nido e prestazioni varie,  dovranno attivare le credenziali SPID.

Come richiedere lo SPID gratis

Lo SPID si può ottenere gratis e senza costi nascosti, oppure, a pagamento. La formula più richiesta è quella gratuita. In linea generale è gratis per tutti i provider quando si scegli il riconoscimento di identità tramite: CNS (tessera sanitaria o carta nazionale dei servizi), oppure, tramite firma digitale o anche tramite CIE (carta di identità elettronica).


Se si sceglie questa modalità, bisogna utilizzare un webcam con l’operatore messo a disposizione dal gestore, in questo caso non è richiesto alcun versamento o bonifico bancario. Ma, questa soluzione predispone una buona rete di connessione, perché sono molti i contribuenti che hanno avuto difficoltà nel riconoscimento. Invece, se si sceglie la modalità tramite CNS o CIE, è necessario un lettore di smart card che sarà collegato al computer.

Potrebbe interessare anche: Come inserire la mail PEC nella Lotteria degli scontrini per non perdere il premio in soldi

Come attivarlo

Per attivare lo SPID è molto semplice, la prima cosa da fare è scegliere il provider gratuito per attivare lo SPID. Quello maggiormente scelto dai contribuente è PosteID gestito da Poste Italiane, ma ci sono anche altri gestori che forniscono il servizio gratuito, come ad esempio da SielteID con la registrazione tramite pc, smartphone o tablet. In quest'ultimo caso le credenziali digitali hanno una validità di 2 anni dalla loro attivazione e si possono rinnovare alla scadenza. Quindi, la prima cosa da fare è quella di scegliere il gestore, controllare che il servizio è gratis e senza costi nascosti, infine, controllare la tempistica di validità. Fatto questo, per attivare il servizio, seguire le istruzioni e come sopra riportato scegliere la modalità di riconoscimento.

Tre livelli di sicurezza, cosa significa e quale scegliere?

Lo SPID si diversifica attraverso tre livelli di sicurezza con caratteristiche diverse. Il primo livello consente l’accesso tramite l’inserimento di utente e password. Il secondo livello consente l’accesso con l’inserimento di utente, password e codice OTP. Il codice è inviato tramite un APP installata sul proprio smartphone o attraverso un sms.

Infine, il terzo livello consente l’accesso tramite utente e password, ma richiede anche l’uso di altri dispositivi, come ad esempio smart card.

Da considerare che non tutti i provider offrono gratuitamente i tre livelli di sicurezza. Inoltre, alcuni alla scadenza dello SPID, per il rinnovo chiedono un pagamento. Quindi, bisogna fare molta attenzione quando si sceglie il provider e controllare i costi in riferimento al rinnovo e il pagamento del passaggio al successivo livello.

Quali documenti tenere a portata di mano per lo SPID

Chi decide di attivare lo SPID deve tenere a portata di mano i seguenti documenti:

a) un indirizzo email valido;

b) il numero del proprio cellulare;

c) un documento di riconoscimento valido rilasciato dalle Autorità italiane: patente, passaporto o carta di identità;

d) tessera sanitaria.

Angelina Tortora

Giornalista iscritta all'Ordine dei Giornalisti Campania e ragioniera commercialista iscritta all’ordine dei Revisori Ufficiali dei Conti. Esperta in ambito fiscale e previdenziale, sempre vicino al Lettore nel disbrigo di pratiche e nello svolgimento di quesiti su varie tematiche previdenziali e fiscali. Esperta SEO e formazione.

Articoli collegati