Economia

Confindustria: slancio del Pil nel secondo trimestre e forte ripresa dei servizi

Confindustria conferma un Pil in rialzo nel secondo trimestre del 2021 con una ripresa economica dovuta alla ripresa delle attività e alla campagna vaccinale.

Confindustria conferma un Pil in rialzo nel secondo trimestre del 2021. Tuttavia, le previsioni vedono un rallentamento nel terzo e quarto trimestre. Inoltre, con la ripartenza dei servizi a giugno si è avuto un rialzo dell’indice PMI a 56,7 punti. Questo rappresenta un indice di ripresa e anche gli investimenti continuano in una direzione favorevole con un aumento degli ordini. Secondo l’indice Icc, a maggio e giugno l’aumento dei consumi è dovuto alla ripresa dei servizi viaggi e spese fuori casa.

Ricordiamo che Confindustria decide green pass obbligatorio per l’accesso al lavoro


Confindustria: slancio del Pil nel secondo trimestre e andamento positivo nella ripresa economica

Prosegue in positivo anche il percorso di crescita nell’industria che conferma un secondo trimestre +1,1%. Nonostante a maggio ha avuto un decremento del 1,5%. Anche il comparto moda tende alla risalita, ancora penalizzato dal caldo dei consumi legato al cambiamento delle abitudini dell’era Covid. Non mancano le preoccupazioni per l’aumento dei prezzi di acquisto e anche la carenza dei materiali.

Cresciuta anche la forza lavoro, i datori di lavoro sono fiduciosi e aumentano gli occupati. Sono cresciuti gli occupati a tempo determinato mentre la risalita degli occupati a tempo indeterminato si fa attendere. Inoltre, continua il calo dei lavoratori indipendenti colpiti fortemente dalla crisi economica Covid. Rallenta anche l’indice PMI sugli ordini estere che passa dal 62 al 59,7.

Non mancano le preoccupazioni sull’aumento dei contagi in Italia che potrebbe portare ad una frenata delle vendite. Ad oggi restano positive le prospettive degli scambi mondiali. Anche se i contagi di luglio nel Mondo, pone un freno sugli investimenti economici, rallentando le Borse Europee e la giornata di oggi hanno visto un freno su tutte le Borse, ma Piazza Affari non si fa intimorire e chiude in positivo.

Fiducia nella ripresa economica dell’Italia evidenziata nel Bollettino economico della Banca d’Italia. Si evince che la ripresa dell’economia italiana ha accelerato nel secondo trimestre. Questa situazione è dovuta anche all’apertura delle attività e la forza della campagna vaccinale. Gli analisti studiano una crescita del Pil del 5,1% per il 2021, del 4,4% per il 2022 e del 2,3% per il 2023.  

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, formazione tecnica e fiscale, dopo anni di consulenza in azienda e presso CAF. Mi occupo anche dell’area Finanza, Economia, Fisco, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza e Fisco, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Aiutano il Lettore nel disbrigo di pratiche e consigli su come evitare multe salate. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati