Economia

Contributo a fondo perduto: nuovi termini di presentazione domanda

I termini di presentazione delle domande per il contributo fondo perduto sono già scaduti da tempo, ma il legislatore con il maxi-emendamento riapre i termini ma solo per alcuni di contribuenti

Il 6 ottobre 2020 il Senato ha approvato il maxi-emendamento n. 1.900, che sostituisce il decreto legge n. 104 del 2020. La novità del nuovo Dl è la riapertura dei termini per la presentazione delle domande per ottenere il contributo a fondo perduto, ma non per tutte le categorie di contribuenti. Il contributo a fondo perduto è stato stanziato per la ripresa dell'economia italiana messa a dura prova dalla pandemia Covid.

Contributo fondo perduto: i requisiti

Per ottenere il contributo a fondo perduto, istituito dal decreto Rilancio, si doveva presentare la domanda entro il 13 agosto 2020 oppure il 24 agosto per gli eredi. Il requisito necessario per avere il contributo per tutti i contribuenti è di aver, nell’anno 2019, ricavi che ammontano a un importo non superiore a 5 milioni di euro.


Inoltre, è richiesto almeno uno dei seguenti requisiti:

  • l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai due terzi del mese di aprile 2019;
  • attività avviate del 1° gennaio 2019;
  • domicilio fiscale o sede operative nel territorio di Comuni colpiti da eventi calamitosi in emergenza al 31 gennaio 2020.

Contributo a fondo perduto Covid-19: ultimi giorni per fare richiesta, guida completa

Nuovi termini di domanda

La domanda per ottenere il contributo a fondo perduto bisognava presentarla entro il 13 agosto 2020 o il 24 agosto per gli eredi. Con la conversione del decreto Agosto si è deciso di riaprire i termini, ma solo per i soggetti con domicilio fiscale o sede operativa nei comuni colpiti da eventi calamitosi, con lo stato di emergenza ancora in atto alla data di dichiarazione dello stato di emergenza Covis-19.

I comuni presi in considerazione sono quelli totalmente montani, elencati nella Circolare del Ministro dell’Economia e Finanze n. 9 del 14 giugno 1993.

Per i nuovi termini di presentazione della domanda bisognerà attendere il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate che dovrà essere emanato dalla conversione in legge del decreto Agosto, quindi bisogna attendere l’approvazione della  Camera dopo quella del Senato.

Seguici su  GNews e Facebook se hai dubbi e hai bisogno di qualche chiarimento contattaci su WhatsApp +39 379 122 7826 oppure scrivi a esperto.informazioneoggi@gmail.com

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Ho collaborato con diversi quotidiani online. Esperta di contabilità e di tutti gli adempimenti fiscali e previdenziali. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità, argomenti che riguardano il mondo della scuola, economia e fisco per aiutare a districarsi nel mondo complesso della burocrazia. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia.

Articoli collegati