Economia

Disabilità, emendamento salva l’assegno per i lavoratori con handicap

Disabilità e lavoro, grazie all'approvazione dell'emendamento proposto dal Ministro Orlando è salvo l’assegno per i lavoratori con handicap

Disabilità e lavoro, una buona notizia appena arrivata di grande soddisfazione e sollievo per ANMIC, l’associazione che si è battuta ancora una volta per i diritti delle persone con disabilità. In sede di conversione del decreto fiscale, infatti, il Ministro del Lavoro Andrea Orlando, ha proposto un emendamento affinché fosse ripristinato il riconoscimento dell’assegno di invalidità alle persone con disabilità anche se svolgono attività lavorativa. Ovviamente nel rispetto dei requisiti di reddito e di percentuale di invalidità come indicati nella normativa vigente.

Disabilità, emendamento salva l’assegno per i lavoratori con handicap

Nazaro Pagano, Presidente Nazionale ANMIC, ha espresso molta soddisfazione dopo aver appreso la notizia dell’approvazione dell’emendamento. Si era detto molto preoccupato, infatti, dall’annuncio che l’INPS non avrebbe più erogato l’assegno di invalidità alle persone disabili che svolgono un’attività lavorativa. Sin da subito si è attivato rivolgendosi al Ministro per la disabilità Erika Stefani affinché si trovasse una giusta intesa anche con il Ministro del Lavoro Andrea Orlando. Cosa che di fatto è avvenuta e per la quale esprime la sua riconoscenza.


È importante aver raggiunto un risultato così importante proprio quando il Consiglio dei Ministri ha approvato la legge delega sulla disabilità. Questa legge finalmente offre nuove opportunità e apre nuove prospettive per i cittadini con disabilità. Favorirà la piena inclusione e la possibilità di una vita pienamente indipendente.

>>>Invalidità civile: INPS cambia e dice stop all’assegno se si lavora

Non solo una vittoria ma anche un’azione di giustizia sociale

Ripristinare l’assegno di invalidità anche per quelle persone disabili che svolgono un’attività lavorativa rappresenta un’azione di giustizia sociale. Infatti, il Presidente Nazionale ANMIC Pagano ci tiene a sottolineare quanto anche i portatori di handicap partecipino alla vita produttiva della nazione. Anche se spesso si tratta di un lavoro parziale o precario, tali persone offrono a tutti gli effetti il loro contributo per lo sviluppo del Paese. È giusto, pertanto, sostenerle con una politica d’inclusione e pensando anche ad un adeguamento delle pensioni di invalidità. Questi sono gli obiettivi perseguiti dall’associazione che ha tutta l’intenzione di continuare ad impegnarsi per la tutela dei diritti dei cittadini disabili.

Francesca Borrelli

Mi ha sempre affascinato l'uomo e la sua interiorità. C'è un universo dentro ciascuno di noi che aspetta di essere esplorato e conosciuto e trovo che la via spirituale, accanto a quella psicologica, possa far luce lungo il cammino della vita.

Articoli collegati