Fisco

Superbonus: ristrutturazione, comodato d’uso e locazione, non tutto si può fare

Il Superbonus 110% permette migliorare casa, ma non tutto si può fare. Ecco alcuni chiarimenti su: interventi, comodato d'uso e locazione

Il Superbonus 110% crea molti dubbi nei contribuenti perché è una misura complessa ma anche totale, in quanto permette di ristrutturare casa a costo zero. Ma, i dubbi su cosa si può fare e cosa no, sono tanti. Infatti, sono pervenute tantissime domande alla mail dell'Esperto risponde. Oggi, rispondiamo a tre quesiti specifici in base agli interventi che si possono realizzare, all'immobile in comodato d'uso e in locazione.

Superbonus 110%: per interventi di ristrutturazione edilizia?

Un Lettore ha chiesto se gli interventi di ristrutturazione edilizia, come ad esempio: modifica degli impianti esistenti e sostituzione dei bagni danno diritto al Superbonus al 110%.


La risposta è negativa in quanto gli interventi menzionati non rispondo ai requisiti di efficientamento energetico richiesti dall'agevolazione al 110%. Per questi lavori è possibile fruire del Bonus casa al 50% per un tetto di spesa di 96.000 euro. In questo caso la detrazione è ripartita in dieci anni. Qui, l'elenco degli interventi trainanti previsti dal DL 34/2020.

Comodato d'uso

Un Lettore chiede se può accedere al Superbonus anche se non è proprietario dell'immobile in cui abita e detiene con un contratto di comodato d'uso.

La risposta è positiva a condizione che il contratto di comodato d'uso sia regolarmente registrato all'Agenzia delle Entrate prima di eseguire i lavori. Inoltre, il comodatario deve essere in possesso dell'autorizzazione del proprietario per l'esecuzione dei lavori.

Per tutti i dubbi consigliamo di consultare la nostra guida completa: Bonus casa tutte le agevolazioni possibili.

Superbonus e immobile in affitto

Un altro quesito riguarda la possibilità di poter beneficiare del Superbonus 110% per immobile in locazione. In effetti, l'inquilino chiede se personalmente può eseguire interventi di efficientamento energetico che danno diritto alla detrazione al 110%.

La risposta anche in questo caso è positiva, come per il comodato d'uso. Ma prima di eseguire i lavori è necessaria la dichiarazione di approvazione del proprietario dell'immobile. Inoltre, precisiamo che, il contratto di locazione deve essere regolarmente registrato in dato antecedentemente all'esecuzione dei lavori.

Da precisare che quest'agevolazione è in continuo aggiornamento e l'Agenzia delle Entrate pubblica quasi ogni giorno risposte agli interpelli per chiarimenti e dubbi normativi. Noi costantemente pubblichiamo aggiornamento in merito cercando di dare un'informazione corretta.

Per dubbi o chiarimenti è possibile inviare una mail ai nostri Esperti che provvederanno a rispondere il prima possibile. Il servizio è gratuito e possono fruirne tutti. Inviare la mail a: esperto.informazioneoggi@gmail.com

Angelina Tortora

Giornalista iscritta all'Ordine dei Giornalisti Campania e ragioniera commercialista iscritta all’ordine dei Revisori Ufficiali dei Conti. Esperta in ambito fiscale e previdenziale, sempre vicino al Lettore nel disbrigo di pratiche e nello svolgimento di quesiti su varie tematiche previdenziali e fiscali. Esperta SEO e formazione.

Articoli collegati