Economia

Green Farm: una passione di famiglia diventata azienda e sbarcata sui social

La Green Farm è una fattoria sita a Preturo di Montoro (Avellino). Un’azienda a conduzione familiare da visitare per trascorrervi una giornata diversa in compagnia e alla scoperta di non usuali ma simpaticissimi animali!

La Green Farm nasce su un piccolo appezzamento di terreno a Preturo di Montoro (Avellino). Si compone di recinti di diversa grandezza in base all’animale ospitato. Da due anni, l’azienda a conduzione familiare è approdata anche sui social. “L’idea di rendere social la nostra passione è nata il 2/04/2019, ma questa passione per gli animali mi accompagna fin da quando ero piccolo”. Questo ci dice Nicola, che si occupa del mantenimento della fattoria e della cura dei suoi ospiti, insieme alla sua famiglia, con l’aiuto di amici.

Green Farm: animali e tanta passione

La fattoria era già presente, inizialmente la famiglia aveva solo caprette, galline e animali più comuni. Successivamente, tre anni fa, Nicola ha fatto nascere gli emu in incubatrice, dopo aver comprato le uova. Benedetta, che trascorre molto tempo alla fattoria aiutando Nicola, ci ha raccontato quell’esperienza. “Tre anni fa comprò delle uova da una signora in Puglia, grandi e verde smeraldo. Le ha messe in incubatrice iniziando questo progetto con poche conoscenze, con informazioni su internet o da persone che avevano già gli emu.


È stato un parto vero e proprio: dovevamo girare le uova ogni sei ore, prima a destra poi a sinistra. L’uovo non doveva mai fare il giro completo, altrimenti l’embrione moriva”. Benedetta ci ha confessato di aver aiutato Nicola in questa occasione, come in altre, e che, dopo 50 giorni, sono nati i pulcini. Ma l’ultimo è nato dopo 55 giorni. Infatti, Groot è nato con un problema neurologico, hanno provato a salvarlo, ma non è stato possibile.

Oggi la Green Farm ospita tantissimi animali, dai più comuni fino ad altre svariate specie, come: pavoni, fagiani, galline ornamentali, tacchini, uccelli, quaglie, emu, caprette tibetane, alpaca. Proprio uno di questi ultimi, un alpaca di nome Pedro, è il protagonista di un aneddoto. Un giorno, tra amici, portavano a spasso gli alpaca nelle vicinanze della Green Farm. Un loro amico teneva Pedro, che in un momento ha strattonato la capezza ed è scappato.

Dopo diversi chilometri di corsa nella Green Farm, ha girato tutto il Paese. Le persone che lo vedevano contattavano Nicola per avvisarlo, e tramite le loro indicazioni, sono riusciti a recuperarlo in un giardino, riportandolo alla Green Farm. Un’altra esperienza personale di Benedetta riguarda la recente nascita delle caprette. Si era recata alla Green Farm per dar da mangiare agli animali, poiché non c’era nessuno che poteva.

Ma una delle caprette era incinta, solitamente partoriscono da sole, ma Nicola dice che se c’è qualche problema devono essere aiutate. Lui, però, non era reperibile al telefono. Benedetta, così, prese le caprette appena nate, le asciugò e tolse loro la placenta dal naso altrimenti potevano soffocare.

Qui tutte le indicazioni per creare mettere in pratica le proprie idee: Startup, che cos’è, i requisiti e in che modo nasce, la guida

Visita tipo, contatti e profilo social

La Green Farm organizza sia visite private guidate, che visite scolastiche e camposcuola. Per le visite, non ci sono giorni stabiliti, basta contattare per organizzarsi in base alle loro disponibilità. Quando arrivano i bambini, li fanno accomodare sul prato con gli Alpaca, che quindi sono i primi animali mostrati. Accompagnano i bambini a gruppi vicino ai vari animali a cui possono dar da mangiare, vedere i tipi di lana.

Successivamente vedranno i pavoni, le galline ornamentali e moroseta che possono accarezzare. I bambini ricevono spiegazioni e possono fare domande. Poi vedono tacchini, caprette, nel cui recinto possono entrare e dar loro da mangiare. Ai bambini fanno vedere anche le diverse uova: di gallina, di quaglia, di emu, di pavone. Per le visite private si inizia dalla voliera dei pavoni con le galline alla destra del cancello, poi si entra nella zona interna, iniziando la visita dagli alpaca. Trattandosi di gruppi ridotti, c’è maggiore libertà.

La Green Farm è presente su Instagram (@greenfarm019). Inoltre, è possibile contattare tramite Facebook Nicola Cerrato o Benedetta Ianora, o all’indirizzo mail cerratonicola96@gmail.com.

Sara Luisa Grimaldi

Sono Sara! Ho 22 anni e sono laureanda in lingue. La scrittura è la mia costante fin da bambina. Sono appassionata di animali, del buon cibo e della mia città!

Articoli collegati