Economia

Monete da 200 lire: potrebbero nascondere una piccola fortuna

Tra le varie monete di valore ci sono delle vecchie 200 lire particolari che potrebbero essere una piccola ricchezza da non buttare via

Molti di noi rimpiangono le vecchie lire e sperano in un futuro, non troppo lontano, che le stesse possano ritornare. Per questo motivo, ma anche perché rappresentano un semplice ricordo della vita passata, le si conserva in qualche parte della casa. E non bisogna mai gettarle via perché alcune 200 lire sono davvero speciali. Infatti, chiunque possegga delle specifiche tipologie di questa moneta, può recuperarci sopra una piccola fortuna. Vediamo, di seguito, a quali particolari 200 lire bisogna stare attenti e non incappare nell'errore di disfarsene.

Attenzione alle monete da 200 lire lasciate nei cassetti, alcune di loro valgono una piccola ma confortevole somma

Iniziamo con la prima 200 lire "speciale". Questa, per valere qualche piccola somma in euro deve riportare la scritta "Prova". Una parola non così tanto singolare poiché si tratta di una dei primi prototipi di 200 lire coniata nel 1977. Chiunque la possegga potrebbe ricavarci sopra ben 850 euro senza saperlo! Invece, le altre che non riportano tale scritta valgono solo 1 euro.


Della prima tipologia, ovvero di quelle riportanti la scrittura "Prova", ne sono state coniate ben 1.500 pezzi. Però attenzione: solo se ritrovate in qualità FDC hanno il valore in euro prima riportato. Al contrario, se sono state conservate in maniera differente possono valere qualche euro in meno.

Ma non è finita qui perché esistono anche monete particolari di 2 euro che possono vale anche 300 euro.

Le altre monete a cui fare attenzione

La seconda moneta da 200 lire che ha un valore considerevole è nata nel 1978. Questa si distingue dalle altre perché riporta una mezzaluna sotto il collo della donna tipicamente rappresentata. Qualora si ritrovasse la moneta con questa particolarità si potrebbe guadagnare 200 euro. Le altre, invece, prive di tale caratteristica, valgono solo 1 euro.

Ma entrando più nello specifico, le 200 lire con la mezza luna di qualità BB valgono 60 euro. Quelle di qualità Spl possono arrivare anche a 100 euro. Mentre solo quelle di qualità FDC arrivano a 200 euro.

Infine, l'ultima tipologia che potrebbe valere qualcosa arriva tra gli italiani l'anno seguente, ovvero nel 1979. Il suo valore è di 140 euro solo se riporta pelata la testa dell'icona e in qualità FDC. Inoltre, se su alcune di esse manca la firma di chi le ha incise possono valere 90 euro.

Katia Russo

Ciao, sono Katia, sono laureata in Lettere Moderne presso l’Università di Salerno e attualmente sto continuando il percorso magistrale. Sono una grande curiosona, mi piace conoscere e trasmettere quante più notizie originali riesco a trovare. Adoro leggere, scrivere, disegnare, il cinema, la musica, l’arte e la cultura.

Articoli collegati