Economia

Riforma pensioni, braccio di ferro tra governo e sindacati | L’incontro non è andato a buon fine

L'incontro tra governo e sindacati sulla riforma pensioni non è andato a buon fine, i sindacati "un braccio di ferro". Escluso un nuovo incontro.

Tensione nell'incontro tra governo e sindacati in riferimento alla riforma pensioni, le parti sindacali lo hanno definito "un braccio di ferro", La riunione è durata circa due ore e mezza, lo scontro non si è placato e il premier ha lasciato il tavolo prima della conclusione. Palazzo Chigi ha spiegato che il premier ha lasciato prima per un impegno.

Sulle pensioni, il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri, ha dichiarato che l'incontro non è andato bene. I fondi disponibili sulle pensioni sono circa 600 milioni, ma le risposte sulla riforma complessiva non ci sono. Ha annunciato anche che nei prossimi il sindacato valuterà strumenti di mobilitazione per effettuare scelte adeguate.


Su un prossimo tavolo tecnico di mercoledì, la notizia è stata smentita. Bombardieri, chiarisce che domani è previsto un incontro con i segretari del sindacato mondiale ed europeo. Inoltre, precisa che domani con ci sarà nessun incontro con il governo sulla manovra delle pensioni.

Il leader della Cgil, Maurizio Landini, ha dichiarato che senza risposte dal governo valuteranno mobilitazioni. Tuttavia, il governo ha ribadito che giovedì approverà la manovra in Cdm con questo perimetro.

>>>Riforma pensioni 2022: no Quota 102 o 104, si deve puntare alla quota 41 per tutti

Riforma pensioni: proroga Ape Sociale e Opzione Donna: non sono sufficienti

Il segretario della Cisl, Luigi Sbarra, ha dichiarato che ci sono molte ombre, è ben accetta l'APE Sociale e la proroga Opzione Donna, ottimo anche il rinnovo dei contratti per il rafforzamento di due miliardi destinati al fondo sanitario nazionale, ma le risorse sono insufficienti per gli ammortizzatori sociali e non sono adeguate. Infine, dichiara "per noi è importante assumere il principio che la previdenza e le pensioni non sono un dettaglio, si tratta di un problema di sostenibilità sociale".

>>>Riforma pensioni: scontro tra Lega e Pd su Quota 102 e 104, si cerca di trovare una difficile intesa

Angelina Tortora

Giornalista iscritta all'Ordine dei Giornalisti Campania e ragioniera commercialista iscritta all’ordine dei Revisori Ufficiali dei Conti. Esperta in ambito fiscale e previdenziale, sempre vicino al Lettore nel disbrigo di pratiche e nello svolgimento di quesiti su varie tematiche previdenziali e fiscali. Esperta SEO e formazione.

Articoli collegati