Economia

Slow Wine 2022: torna in vigna e assegna le Chiocciole a 218 cantine

La guida Slow Wine torna a premiare le cantine migliori in Italia, e assegna le Chiocciole, simbolo che attesta il riconoscimento a 218 aziende

Slow Wine, la guida che assegna le Chiocciole alle migliori cantine è arrivata alla 12ema edizione. L’edizione del 2022, è ritornata in vigna dopo la pausa dell’anno di pandemia. Infatti, gli oltre 200 collaboratori presenti nel territorio, hanno potuto degustare e visitare le aziende recensite. Assegnando poi le Chiocciole simbolo che attesta il riconoscimento più identificativo della guida.

Slow Wine 2022 ritorna in vigna per assegnare le Chiocciole a 218 cantine

Slow Wine, la guida che premia le migliori cantine, è tornata nelle vigne per l' edizione del 2022. Sebbene, l’assegnazione del riconoscimento era stato sospeso nel 2021 a causa della pandemia e dell’impossibilità di visitare le cantine. Tuttavia nel 2020 erano state introdotte nella guida le video interviste dei produttori attraverso i QR Code, così da permettere ai lettori di visitare virtualmente le aziende.


Quest’anno ad aggiudicarsi le chiocciole sono 218 cantine, tra cui spuntano 23 novità. Nonostante l’anno difficile appena passato, questi dati, sono un forte segnale di resistenza e di solidità del settore. La guida che premia i migliori vini, è curata da Giancarlo Gariglio insieme a Fabio Giavedoni. I quali si dicono entusiasti di questa edizione, per le ottime annate riscontrate soprattutto nei bianchi, che spiccano per i loro valori organolettici e qualitativi.

Oltre al riconoscimento della Chiocciola, già riconoscimento importante, ci sono altri due premi che vengono attribuiti alle cantine: La Bottiglia, assegnata a 188 cantine, che dimostrano ottima qualità durante la degustazione, poi ,la Moneta assegnata a 87 bottiglie che offrono un buon rapporto qualità, prezzo

Classifica Slow Wine: guida ai migliori vini

Scopriamo dalla guida che le Chiocciole più assegnate sono andate alla regione Piemonte, poi seguono la Toscana e il Veneto.

Abruzzo

Sono nove le aziende premiate: Cirelli Agricola, Cataldi Madonna, De Fermo azienda, Cantina Emidio Pepe, Praesidium, Terraviva Tenuta, Torre dei Beati, Valle Realen e ancora Valentini

Alto Adige-Sudtirol

Ne sono 10 più due novità: Alois Lageder, Garlider- Christian Kerschbaumer, Hof Gandberg – Thomas Niedermayr (novità), In Der Eben – Urban Plattner, Kuenhof – Peter Plige, Manincor, Nusserhof – Heinrich Mayr, Pranzegg – Martin Goje, Tenuta Dornach – Patrick Uccelli (novità), per ultimo, Unterortl-Castel Juval.

Basilicata

Cantine del Notaio, Elena Fucci (novità), Grifalco, Musto Carmelitano. In Calabria: ‘A Vita, Sergio Arcuri.

Campania

Agnanum – Raffaele Moccia, Cantine dell’Angelo(novità), Cantine Matrone (novità), Ciro Picariello, Contrada Salandra, Fontanavecchia, Giovanni Iannucci (novità), I Cacciagallo, Luigi Maffini, Luigi Tecce, Tenuta San Francesco e poi Rocca del Principe.

Emila Romagna

Bergianti Vino – Terre Vive (novità), Camillo Donati, Denny Bini – Podere Cipolla, Gradizzolo – Ognibene, La Tosa, Marta Valpiani, Orsi – Vigneto San Vito(novità), Vittorio Graziano, Vigne dei Boschi, Villa Papiano e infine, Villa Venti.

Friuli Venezia Giulia

Borgo San Daniele, Damijan Podversic, Edi Keber, Gravner, I Clivi, La Castellada, Le Due Terre, Meroi, Ronco del Gnemiz, Ronco Severo, Simon di Brazzan, Skerk, Skerlj, Vignai da Duline, Zidarich.

Lazio

Casale della Ioria, Damiano Ciolli, De Sanctis, Marco Carpineti.

Liguria

Cascina delle Terre Rosse, Possa, Santa Caterina, Terre Bianche, Walter De Battè.

Lombardia

Agnes, Andre Picchioni, Ar.Pe.pe, Barone Pizzini, Cavalleri, Calatroni, Dirupi,Fay, La Costa, Togni Rebaioli.

Marche

Andrea Felici, Aurora, Collestefano, F.lli Bucci, Fattoria San Lorenzo, La Staffa, Le Caniette, Pantaleone, Pievalta.

In Molise, Agricolanivica

Piemonte: regione più premiata da Slow Wine

Alberto Oggero(novità), Alessandria Fratelli, Anna Maria Abbona, Antichi Vigneti di Cantalupo, Benito Favaro (novità), Carussin, Cascina Corte, Cascina delle Rose, Cascina Fontana, Cascina Fornace, Cascina Roccalini, Cascina San Michele – Marco Minnucci (novità), Cavallotto Tenuta Bricco Boschis, Conterno Fantino, E. Pira & Figli – Chiara Boschis, Elvio Cogno, Ferdinando Principiano, Fiorenzo Nada, G.D. Vajra, Giuseppe Rinaldi, Iuli, Le Piane, Luigi Spertino, Mossio Fratelli, Odilio Antoniotti (novità), Oltretorrente (novità), Piero Busso, Roagna, San Fereolo, Serafino Rivella, Sottimano, Tenuta Migliavacca, Trediberri (novità), Valfaccenda, e ancora, Vigneti Massa.

Puglia

Alessandro Bonsegna, Antica Enotri, d’Araprì, Garofano Vigneti e Cantine, Giancarlo Ceci, Gianfranco Fino, L’Archetipo (novità), Morella, Paolo Petrilli, Plantamura.

Sardegna

Giuseppe Sedilesu.

Sicilia

Arianna Occhipinti, Barraco, Bonavita, Calcagno, Castellucci Miano, Centopassi (novità), Cos, Ferrandes, Frank Cornelissen, I Vigneri, Marco De Bartoli, Tenuta delle Terre Nere, Valdibella.

Toscana

Ampeleia, Antonio Camillo, Badia a Coltibuono, Baricci, Caiarossa, Cappellasantandrea, Caparsa, Castello dei Rampolla, Corzano e Paterno, Fabbrica di San Martino, Fattoria di Bacchereto Terre a Mano, Fattoria Selvapiana, Fornacina (novità), Frascole, I Luoghi, I Mandorli, Il Paradiso di ManfrediIsole e Olena, Le Chiuse, Le Cinciole, Monte Bernardi, Montenidoli, Montervertine, Monteraponi, Petrolo (novità), Pian dell’Orino (novità), Podere della Civettaja, Poderi Sanguineto I e II, Riecine, Stefano Amerighi, Tenuta di Valgiano, e inoltre Val delle Corti.

Trentino

Eugenio Rosi, Foradori, Francesco Poli, Lorenzo Bongiovanni, Maso Furli, Pojer & Sandri, Vignaiolo fanti.

Umbria

Adanti, Antonelli San Marco, Paolo Bea, Palazzone, Tabarrini

Valle D’Aosta

Les Granges, la Vrille

Veneto

Bele Casel, Ca’ dei Zago, Camerani – Corte Sant’Alda – Adalia, Casa Coste Piane, Case Paolin, Filippi, Monte Dall’Ora, Speri, Vigneto Due Santi, Il Filò Delle Vigne, La Biancara, Le Fraghe, Leonildo Pieropan, Mongarda (novità), Monte Santoccio, Prà, per finire, Sorelle Bronca

Camilla

Salve sono Camilla, mi piacciono molto le belle storie e i buoni film. Amo molto viaggiare e veder posti nuovi e lontani. Da piccola, fantasticavo molto, inventavo e scrivevo racconti, che finivano sempre a lieto fine. Poi crescendo ho fatto di ogni nuovo interesse, una passione. Le passioni sono importanti per me, sono il motore della vita. Senza di esse la nostra esistenza è piatta. Sono una continua scoperta anche per me stessa, tanto che alcune volte ne rimango meravigliata.

Articoli collegati