Cerco lavoro

Come partecipare al concorso letterario Premio Testori: in palio 4 ricchi premi in denaro

Tutti gli amanti della letteratura e delle arti figurative possono partecipare al concorso Premio Testori anche con le proprie tesi di laurea

Chiunque ami il mondo della letteratura e delle arti figurative può sicuramente partecipare al concorso letterario Premio Testori. Per lo più è rivolto ad autori di testi che fanno proprio riferimento alle due discipline. Il concorso è tipico della regione Lombardia ed è promosso da vari enti diversi tra di loro, ma che lavorano per promuovere la cultura. Parliamo della casa editrice Einaudi assieme alla Feltrinelli, e poi ancora dell’Associazione Testori e la Pinacoteca di Brera. Altri nomi importanti poi sono il Teatro Franco Parenti, la Fondazione Corriere della Sera,  il Piccolo Teatro di Milano e la Biblioteca Nazionale Braidense. Il concorso è giunto alla sua quarta edizione e vuole ricordare il centenario della nascita dello scrittore Giovanni Testori.

Premio Testori, tutte le informazioni per chi vuole partecipare

Sappiamo che il concorso è diviso in due parti. La prima è dedicata alle arti figurative e alla produzione di testi che le riguardano. Dunque facciamo riferimento a tavole riferite all’opera di un artista, saggio critico sull’arte, progetto su di una mostra, saggio di critica d’arte con apertura narrativa e schede scientifiche. Inoltre, si può partecipare anche con la propria tesi di laurea o di dottorato.


La seconda sezione è dedicata alla letteratura. Anche qui si può partecipare con la tesi di laurea o di dottorato in letteratura italiana. Ma anche con un copione teatrale, racconto, saggio di critica letteraria, libretto d’opera e romanzo. E poi ancora con un componimento poetico, traduzione e sceneggiatura cinematografica. Non esistono limiti in fatto di generi letterari.

Per poter partecipare bisogna essere in possesso dei seguenti requisiti. Bisogna essere un under 35, presentare testi inediti in lingua italiana oppure in dialetto. Tali testi non devono essere mai stati pubblicati o premiati con altri concorsi simili. Per quanto riguarda i testi teatrali è ammesso che gli stessi siano già stati rappresentati.

Per quanto riguarda la tesi di laurea o di dottorato queste devono essere inedite o solo pubblicate parzialmente nel mondo del web o in formato cartaceo.

I premi e come potersi candidare al concorso letterario

La premiazione avverrà, si spera, in loco e si terrà il giorno 23 dicembre 2023. I nomi dei finalisti saranno resi noti sul sito del concorso. Per quanto riguarda il luogo, non ancora si sa nulla.

Detto questo, passiamo alle somme di denaro che si possono vincere. Per la sezione delle arti figurative l’autore del miglior testo di critica d’arte può vincere 5000 euro e la possibilità di pubblicare la propria opera. L’autore di tesi di laurea o di dottorato potrà vincere solo i 5000 euro.

Per la sezione dedicata alla letteratura vale lo stesso discorso. L’autore del miglior testo letterario vincerà 5000 euro e la possibilità di pubblicare la sua opera. Mentre coloro che si sono cimentati nella scrittura di tesi di laurea o di dottorati potranno vincere solo i 5000 euro.

Il giorno entro cui ci si può iscrivere al concorso è il 23 settembre 2023. Per il resto, chiunque voglia partecipare deve inviare all’indirizzo “Premio Giovanni Testori – Quarta edizione Via Aurelio Saffi, 23 – 20123 – Milano” i seguenti documenti.

La compilazione del modulo di partecipazione, lettera di presentazione da parte di un docente o di chi lavora in uno dei due contesti artistici. E poi ancora “sei esemplari dei testi in gara, dattiloscritti, numerati e uniti nelle pagine”, la propria biografi riportata brevemente. Infine una copia della biografia e del testo in formato elettronico.

Le vari comunicazioni saranno pubblicate sul sito del concorso Premio Testori. Infine invitiamo a leggere dettagliatamente il regolamento ufficiale.

Katia Russo

Ciao, sono Katia, sono laureata in Lettere Moderne presso l’Università di Salerno e attualmente sto continuando il percorso magistrale. Sono una grande curiosona, mi piace conoscere e trasmettere quante più notizie originali riesco a trovare. Adoro leggere, scrivere, disegnare, il cinema, la musica, l’arte e la cultura.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *