Lavoro

Congedo di due anni per Legge 104 per assistere il familiare, lo può chiedere anche il disabile?

Chi può fruire del congedo di due anni per Legge 104 per assistere il familiare con handicap grave? Lo può chiedere il disabile? Scopriamolo.

Tanti i dubbi sul congedo di due anni per Legge 104 che permette di assistere un familiare con handicap grave. Oggi chiariamo i requisiti per poter fare richiesta all’INPS e soprattutto chi può beneficiarne. Questo tipo di agevolazione permette nell’arco della vita lavorativa di fruire di un congedo straordinario Legge 151 di due anni. Il congedo è retribuito e coperto da contribuzione figurativa valida ai fini pensionistici. Prima di addentrarci nel quesito posto da un nostro Lettore, consigliamo di consultare la nostra  guida completa sul congedo di due anni per Legge 104, con tutte le indicazioni sui requisiti richiesti, compatibilità, aspetti fiscali in busta paga e TFR.  

Congedo di due anni per Legge 104 per assistere il familiare

Un Lettore ha posto un quesito tramite la mail esperto.informazioneoggi@gmail.com


“Buongiorno, volevo delle spiegazioni sul congedo di due anni per Legge 104. Se un genitore, di una minore portatrice di handicap con gravità, può chiedere il permesso di due anni per assistere la ragazza. Poi, nel caso in cui la ragazza diventi maggiorenne  e riuscisse a lavorare nonostante la sua disabilità, può la stessa usufruire del permesso dei due anni  anche se il genitore, precedentemente ne avesse già usufruito? Leggendo la legge sembra che parli del lavoratore, che può usufruirne nell'arco della vita al massimo di due anni, ma non si parla del soggetto portatore di handicap. Ringrazio anticipatamente del chiarimento."

Chi può fare domanda?

Il congedo straordinario Legge 151 per assistere il familiare con Legge 104 ha particolari requisiti e vincoli.

Ebbene precisare che è riconosciuto solo al lavoratore dipendente che assiste una persona in situazione di disabilita grave ai sensi della Legge 104 articolo 3 comma 3. Tale disabilità deve essere riconosciuta dalla commissione Medica Integrata ASL/INPS.

Non può essere chiesto dal lavoratore disabile in quanto il congedo si basa sul principio di assistenza.

Quindi, nel caso in esame, la risposta è negativa, non può chiedere il congedo straordinario Legge 151 direttamente il lavoratore disabile per se stesso senza il supporto di un familiare.

Inoltre, la normativa precisa che non è mai possibile fruire del  “raddoppio”.

Angelina Tortora

Giornalista iscritta all'Ordine dei Giornalisti Campania e ragioniera commercialista iscritta all’ordine dei Revisori Ufficiali dei Conti. Esperta in ambito fiscale e previdenziale, sempre vicino al Lettore nel disbrigo di pratiche e nello svolgimento di quesiti su varie tematiche previdenziali e fiscali. Esperta SEO e formazione.

Articoli collegati