Pensioni

Nuova proposta di pensione a 62 anni nel 2022, la proposta arriva dai sindacati

Una proposta ideata dai sindacati per dare la possibilità di uscire dal lavoro per accedere alla pensione a 62 anni, scopriamo di cosa si tratta.

Un'ipotesi che consentirebbe di andare in pensione a 62 anni di età, la proposta è stata lanciata dai sindacati. L’obiettivo è quello di rendere flessibile l’uscita dal lavoro, in modo tale da permettere ai lavoratori di scegliere quando andare in pensione senza penalizzazioni. In modo particolare per i lavorati che hanno contributi nel 1996. Analizziamo cosa prevede la proposta.

Nuova proposta di pensione a 62 anni nel 2022

La nuova proposta è stata avanzata dalla Uil, Cgil e Cisl al convegno "Cambiare le pensioni adesso". L'obiettivo è quello di eliminare la penalizzazione, infatti, gli esponenti hanno spiegato che, andrebbero sensibilmente ridotti i vincoli del sistema contributivo. Perché condizionano il diritto dei pensionati a raggiungere importi adeguati dopo un'intera carriera lavorativa.


Da qui l’idea di modificare il meccanismo automatico delle condizioni pensionistiche per l'adeguamento alla speranza di vita. Tale meccanismo è risultato doppiamente penalizzate perché gioca sui requisiti e i contributivi di accesso alle pensioni.

Cosa prevede la riforma vediamo alcuni punti 

In primis, la nuova riforma pensionistica vorrebbe continuare sulla strada della riforma Fornero dopo quota 100. Mentre i sindacati considerano altri aspetti, nello specifico:  

a) la possibilità di andare in pensione a 62 anni su scelta del lavorare quando ha raggiunto un'anzianità contributiva di 41 anni;

b) maggiore tutela sulle donne con categorie discriminate con agevolazioni nei requisiti;

c) adeguati interventi per i lavori gravosi, usuranti e di cura;

e) un sostegno al reddito per i pensionati;

f) rilanciare la previdenza complementare con fondi pensionistici adatti alle varie esigenze.

Questi sono i punti del cardine su cui si ritornerà a discutere insieme al ministro del lavoro. Andrea Orlando il quale è pronto al confronto.

Introdurre una nuova misura consentirebbe a molti di uscire a 62 anni. L'obiettivo è quello di creare maggiore flessibilità nell'ambito lavorativo creando nuovi posti di lavoro. Soprattutto creare un sistema che non penalizzi i lavoratori quando decidono di andare in pensione. Il calcolo della pensione con il sistema contributivo per i lavoratori che hanno contributi prima del 1996 può essere molto penalizzante.

Emanuela Giardiello

Mi chiami Emanuela Giardiello amo viaggiare e scoprire posti nuovi, dove posso incontrare culture diverse, ed amo perdermi mentre guardò il mare con i suoi meravigliosi colori.

Articoli collegati