Pensioni

Pensione Opzione Donna 2021 si ha diritto alla tredicesima?

La pensione Opzione Donna 2021 permette alle lavoratrici dipendente e autonome di uscire prima dal lavoro, ma si percepisce la tredicesima?

Se si accede alla pensione Opzione Donna si ha diritto alla tredicesima? È questo uno dei tanti dubbi esposto da una Lettrice che ci ha inviato la domanda tramite la messaggistica di WhatsApp. La pensione anticipata destinata alle donne nel 2021 permette alle lavoratrici, sia dipendenti e sia autonome, di accedere al pensionamento anticipato con 58 o 59 anni di età. Infatti, possono accedere alla pensione nel 2021 le nate nel 1961 o 1962.

Pensione Opzione Donna 2021 si ha diritto alla tredicesima?

Oltre al requisito anagrafico, questa misura prevede un requisito contributivo di 35 anni. I contributi utili nel limite annuo di 52 settimane. Sono considerati i contributi a qualsiasi titolo accreditati esclusi quelli per malattia e disoccupazione dei lavoratori privati.


Il calcolo pensionistico è effettuato con il sistema contributivo (previste dal decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 180 ). Inoltre, in alcuni casi raggiunge una penalizzazione dal 25 al 35%. Molto dipende dalla carriera lavorativa e del valore dei contributi accreditati.

In riferimento alla tredicesima, la pensione anticipata Opzione Donna è regolata come una normale pensione anticipata, tranne il calcolo dell'assegno. Quindi, è erogata per 13 mensilità a differenza dell'Ape Sociale che non prevede questa mensilità aggiuntiva.

Esperto risponde

Invia una domanda agli esperti di InformazioneOggi.it, Andrea Napolitano e Annalisa Giordano. Il servizio è semplice e gratuito. I temi trattati riguardano l'ambito fiscale, giuridico, amministrativo, previdenziale e agevolazioni disabili. Scrivici: esperto.informazioneoggi@gmail.com o WhatsApp +39 379 122 7826

Articoli collegati