Pensioni

Pensioni, cresce il numero di pensionati che non riesce ad arrivare a fine mese

Continuano le polemiche sulle pensioni, aumenti mai arrivati e pensionati che non arrivano a fine mese, sempre più poveri.

Pensioni, cresce il numero dei pensionati che si rivolge alla Caritas. Abbiamo eseguito un indagine che ha evidenziato che sette anziani su dieci non riesce ad arrivare a fine mese. Ma qual è il motivo? Molti parlano di aumenti pensione mai arrivati. Nonostante sia passato del tempo dalle richieste effettuate da parte di tanti pensionati. Da precisare che l’intervista si è rivolta ai pensionati che percepiscono un reddito molto basso. Purtroppo, abbiamo dovuto constatare che sono molti i pensionati poveri e sono molte anche le promesse da parte del Governo non mantenute. I pensionati lamentano che, nonostante la legge sugli aumenti delle pensioni, ci sono stati diversi ritardi da parte del Governo. La cosa che preoccupa è la mancanza di spiegazioni e provvedimenti al riguardo.  

Pensioni, cresce il numero dei pensionati che si rivolge alla Caritas

È triste vedere molti pensionati, recarsi nei centri della Caritas per permettersi un pranzo. Purtroppo, sono molti i pensionati che non riescono a permettersi un pranzo caldo tutti i giorni. Chiamati i “nuovi poveri”, sono rispettosi, silenziosi e tremendamente tristi.


Purtroppo, l’Italia non tutela come dovrebbe i pensionati costretti a recarsi nei centri di beneficenza per ricevere qualcosa da mangiare.

Un pensionato intervistato per strada, ci fa presente che sente spesso dire che la pandemia Covid ha innescato questa situazione. Ma ci spiega che la realtà è ben diversa. I pensionati poveri ci sono sempre stati, solo che al Governo conviene girarsi dall’altra parte e non vedere.

Purtroppo, la pandemia non ha fatto altro che aumentare questo fenomeno di povertà assoluta.

Richieste mai esaudite

In alcuni casi, abbiamo trovato persone ammalate con gravi patologie, che reclamano di aver effettuato diverse pratiche per un sostegno economico. O meglio un aumento della propria pensione.

Le spese da sostenere sono troppe, in particolare i farmaci. Una signora ci segue e chiede di parlare con noi. Con molta difficoltà ci racconta la sua storia e i tanti sacrifici e le rinunce che è costretta a fare ogni giorno per comprare medicinali che l’aiutano a vivere qualche giorno in più.

Poi, ci racconta che il medico le aveva prescritto medicinali che non erano mutuabili, ma lei non può comprarli e quindi, non guarirà mai. Ci dice “sono costretta a recarmi alla Caritas per ricevere qualcosa da mangiare” e continua, “quando non riesco a scendere perché sto troppo male non mangio perché non ho soldi per la spesa”.

Contributo handicap grave
Pensioni, le date dei pagamenti di luglio 2021: anche ad agosto i pagamenti saranno anticipati

Situazioni così non dovrebbero mai accadere

Il nostro appello è rivolto ai tanti pensionati soli, e costretti a dividere i pochi spiccioli della pensione tra mille cose. Sono necessari dei provvedimenti mirati dedicati ai pensionati poveri che vivono per strada. Sarebbe necessario un monitoraggio e un’assistenza dedicata.

Per restare aggiornati o per rivolgere una domanda agli Esperti di InformazioneOggi è possibile iscriversi al nostro gruppo pensione, oppure, scrivi una mail a: esperto.informazioneoggi@gmail.com

Giovanna Russo

Mi chiamo Giovanna, e vivo al centro storico di Napoli. Ho ed ho una passione sin da bambina ed è quella di viaggiare e scoprire posti nuovi, culture diverse tradizioni nuove e luoghi da esplorare.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *