Scuola

Scuola e Covid: evitare assembramenti e disattivare i distributori automatici, i nuovi protocolli

Scuola, oggi 7 aprile si torna sui banchi fino alla prima media, anche in zona rossa

Oggi si torna a scuola con presenza in classe, e lo fanno tutti gli alunni d’Italia fino alla prima media, anche in zona rossa. Per le altre classi delle medie, si torna al 50% solo nelle zone arancioni. Per questo si pensano a dei nuovi protocolli per evitare quanto più possibile i contagi. Mascherine obbligatorie sempre, anche in classe durante le lezioni; da evitare, gli assembramenti e si pensa di disattivare i distributori automatici, che distribuiscono merende e bibite.

Si torna a scuola: stop agli assembramenti

Oggi si torna a scuola per milioni di alunni, fino alla prima media e anche in zona rossa. Ma il Governo, se i contagi lo permetteranno, punta nelle prossime settimane di far tornare a scuola, anche gli studenti delle secondarie di secondo grado.


Per fare questo ci vogliono dei nuovi protocolli di sicurezza, e una grande collaborazione di alunni, professori e dipendenti nelle scuole. Secondo le ultime notizie, diffuse dal Sole24Ore, si starebbero studiando norme che saranno valide per tutta Italia.

Le nuove disposizioni sarebbero già pronte, adesso bisogna inviarle a tutti gli uffici degli istituti scolastici. Una delle disposizioni che verrà attuata, è una probabile chiusura dei distributori automatici che distribuiscono merende e bibite agli alunni; è proprio li che si verificano gli assembramenti degli alunni durante il cambio delle ore di lezione.

Bisogna fare in modo, per adesso, di limitare quanto più possibile i contagi, e tenere gli alunni insieme solo in classe, con le dovute misure di sicurezza, quali sono: distanziamento, mascherina e lavaggio continuo delle mani.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, mi occupo anche dell’area Finanza, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *