Mondo

Beirut: dopo un anno dalla tragedia del porto, non c’è ancora nessun colpevole

Dopo un anno dalla tragedia del porto, non c'è ancora nessun colpevole. Non è mai stato trovato un vero movente, non si conoscono ancora le ragioni dell’esplosione che ha distrutto mezza città di Beirut.

Oggi, 4 agosto 2021, è un anno dalla tragedia del porto di Beirut. Ad oggi non c'è ancora nessun colpevole per il disastro. Un terzo degli edifici che si trovavano lì sono stati distrutti, causando problemi anche alle persone che vi abitavano. Infatti circa 300 mila persone sono state costrette ad abbandonare le loro case, poiché ormai erano in condizioni invivibili, distrutte dall'esplosione. Oltre a questo, ci sono stati 6000 feriti, tra cui molti che resteranno sfigurati a vita. Alcuni sono, ancora oggi, in condizioni gravi. Non è stato, però, trovato ancora chi ha provocato questa tragica esplosione. Non si riesce a costruire una vera dinamica dell’accaduto.

Dopo un anno dalla tragedia del porto non c'è nessun colpevole: l'ingiustizia di Beirut 

Oggi è l'anniversario dell'esplosione della tragedia del porto di Beirut. Nella città libanese il 4 agosto 2020 un deposito, che conteneva nitrato di ammonio, è esploso, causando tantissimi feriti e 217 vittime. Ad un anno dalla tragedia, nonostante le autorità abbiano portato avanti le indagini sul disastro, non sono stati trovati i motivi dell'esplosione né alcun responsabile. L'inchiesta ad oggi resta bloccata.


Molti, però, si domandano come sia possibile che un deposito di esplosivi possa prendere improvvisamente fuoco. Era stato strutturato senza alcuna forma di sicurezza? Ci sono ancora mille domande e zero risposte in merito all'accaduto, ma noi oggi vogliamo ricordare tutte le vittime di quel giorno, più i feriti che riportano ancora oggi gravi conseguenze fisiche e psicologiche. A loro è dedicato questo articolo, e alle tante famiglie che, in quel drammatico giorno, hanno perso i loro cari.

Giovanna Russo

Mi chiamo Giovanna, e vivo al centro storico di Napoli. Ho ed ho una passione sin da bambina ed è quella di viaggiare e scoprire posti nuovi, culture diverse tradizioni nuove e luoghi da esplorare.

Articoli collegati