Mondo

Giornalismo: premio Daphne Caruana Galizia promosso da Strasburgo

Giornalismo: premio Daphne Caruana Galizia promosso da Strasburgo per valorizzare e sostenere il giornalismo investigativo e tutelare i giornalisti

Giornalismo, il Parlamento europeo apre martedì 22 giugno un sito web dove poter presentare le iscrizioni al Premio Daphne Caruana Galizia. Si tratta di un premio aperto ai giornalisti professionisti, ma anche a team di giornalisti provenienti da tutte le nazionalità.

Giornalismo: premio Daphne Caruana Galizia promosso da Strasburgo

Per il giornalismo arriva una occasione importante promossa da Strasburgo. Si tratta della possibilità di iscriversi al Premio Daphne Caruana Galizia presso il Press Club Brussels Europe


. A questa sessione parteciperà Matthew Caruana Galizia, uno dei figli di Daphne Caruana. Inoltre, saranno presenti anche David Casa, questore e deputato al Parlamento Europeo, insieme ad Heidi Hautala, vice-presidente e deputato al Parlamento europeo.

Il Parlamento europeo ha sostenuto l’istituzione di questo Premio che nasce come un omaggio a Daphne Caruana Galizia. Una giornalista investigativa, ma anche blogger maltese, morta assassinata nell’ottobre 2017.

Un Premio che valorizza lavori a sostegno dei diritti umani e civili

Ogni anno l’assegnazione del Premio seguirà criteri ben precisi. I giurati premieranno, infatti, il miglior lavoro giornalistico il cui scopo sia stato promuovere o difendere quelli che sono i principi e i valori fondamentali dell’Unione europea. Stiamo parlando della difesa della dignità umana, della libertà, ma anche dei valori democratici, della difesa dell’uguaglianza, dello stato di diritto e di tutti i diritti umani.

Come dicevamo, il Premio è aperto a giornalisti professionisti e team di giornalisti professionisti che appartengano a qualsiasi nazionalità. Dovranno presentare delle storie di approfondimento che vengono pubblicate, oppure trasmesse, da un media che abbia sede in uno dei 27 Stati membri dell’Unione Europea.

La giuria preposta a nominare il vincitore sarà indipendente. Inoltre sarà composta da rappresentanti della stampa e della società civile dei 27 paesi dell’Unione europea. A questi si aggiungeranno anche rappresentanti delle principali associazioni europee di giornalismo.

Il Premio e il montepremi di 20.000 euro hanno il chiaro obiettivo di dimostrare il forte sostegno da parte del Parlamento europeo al giornalismo investigativo e alla tutela dei giornalisti di tutto il mondo.

Carta stampata o giornali online
Carta stampata o giornali online? Due stili di lettura a confronto

Una pillola di conoscenza

Questo spazio, a cura di Francesca Borrelli, ha lo scopo di fornire piccoli spunti di informazione su temi di interesse generale.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *