Mondo

25 ottobre, giornata mondiale della pasta

Il 25 ottobre ritorna la giornata mondiale della pasta. È una ricorrenza che da 23 anni ricorda il valore e la bellezza di condividere un pasto e che quest'anno assume un valore benefico.

In tutto il mondo, Il 25 ottobre è la giornata mondiale della pasta, alimento cardine della dieta mediterranea. Gli italiani sono al primo posto per la produzione, il consumo e l’esportazione. Una stima delle aziende produttrici rende noto che in Italia sono prodotte circa 4 milioni di tonnellate di pasta ogni anno di cui il 60 per cento sono esportate.
L’idea di istituire una giornata mondiale della pasta partì dall’Italia arrivando per la prima volta a Napoli nel 1998. Successivamente la festa ha catturato l'attenzione di tutto il mondo.

A questa iniziativa dovrebbero partecipare tutti

L’iniziativa ha lo scopo di promuovere l’interesse dei mass media nei confronti della pasta al fine di aumentarne i consumi. A tal proposito, sono evidenziate le qualità di questo alimento, eccellenza italiana, ma consumato in tutti e cinque i continenti.
Sedersi a tavola con un buon piatto di pasta davanti soddisfa il palato, fornisce energia e migliora la convivialità. Per questo motivo, stare a tavola con gli altri diventa un piacere quando ci si confronta assaporando alimenti che hanno una storia e un valore simbolico.
Durante il lockdown, ad esempio, molte famiglie hanno trascorso intere giornate in casa lontano dagli impegni quotidiani. Cucinare è diventato il passatempo preferito e molti si sono improvvisati chef sperimentando nuove ricette. Così, il cibo preferito dopo la pizza è la pasta il cui consumo è notevolmente aumentato. Nel 2020 ne sono state consumate 17 milioni di tonnellate, un milione in più rispetto al 2019 e il doppio rispetto a dieci anni fa.


La giornata mondiale della pasta è benefica e ha un hashtag da postare sui social

Numerose sono le iniziative promosse in questa giornata mondiale nel 2021. A seguito della pandemia, moltissime famiglie si sono impoverite. Perciò quest’anno la finalità primaria della festa è benefica.
L’iniziativa più importante è quella che ha come obiettivo la fornitura a coloro che si trovano in condizioni di indigenza. Fino al 25 ottobre, basterà postare sui social la foto di un piatto di pasta usando l’hashtag #Haveagoodpasta.
Tutte le foto che verranno condivise, saranno postate su un apposito sito “Al Dente” e partirà un contatore online. Raggiunti i 300.000 piatti di pasta, essi saranno donati alle mense della Caritas di Milano, Roma, Napoli e Palermo. Sono coinvolti nel progetto anche 150 ristoratori di livello internazionale che proporranno un piatto di pasta postandolo con l’hashtag #Haveagoodpasta. 

Ecco alcune ricette interessanti:

a) Pasta con fagioli spollichini e cozze, una ricetta prelibata per salutare l’estate

b) Spaghetti alla Nerano, un piatto per tutti i palati dalla penisola sorrentina

Alessia Del Gaudio

Mi Chiamo Alessia e vivo a Pomigliano D'arco, provincia di Napoli. Sin da bambina la mia più grande passione è studiare lingue straniere e per questo ho deciso di portare avanti le mie ambizioni. A Luglio mi sono laureata in Lingue, Culture e Letterature moderne europee all'Università Federico II. Il mio più grande sogno è quello di insegnare un giorno letteratura e di poter trasmettere l'amore per lo studio che da sempre mi ha contraddistinto. Sono empatica, ambiziosa e volenterosa. Mi piace apprendere sempre più cose possibili. Ho deciso di far parte di questo progetto per poter mettere alla prova le mie capacità di scrittura e affrontare con determinazione la laurea magistrale.

Articoli collegati