Mondo

Israele e conflitto di Gaza: Netanyahu ‘l’operazione contro i militanti palestinesi continuerà a tutta forza’

Israele e conflitto di Gaza, il Consiglio di Sicurezza dell'ONU ha indetto una riunione di emergenza per cercare una mediazione e far cessare il fuoco.

Israele e conflitto di Gaza, l’operazione militare di Israele contro i militanti palestinesi di Hamas a Gaza, non si fermerà  e continuerà a tutta forza. Queste sono le parole del primo ministro Benjamin Netanyahu.

Inoltre, ha avvertito Netanyahu “stiamo agendo ora, e continueremo per tutto il tempo necessario che servirà per ristabilire la calma, ci vorrà del tempo”.


Israele e conflitto di Gaza: morte 42 persone

Sotto gli attacchi aerei, i funzionari di Gaza, hanno dichiarato che sono morte 42 persone, tra cui 16 donne e 10 bambini. Altre 10 persone, tra cui 2 bambini, sono state uccise durante gli attacchi missilistici contro Israele. Gli attacchi sono in atto da lunedì.

L’attuale bilancio delle vittime a Gaza, come riporta il ministero della Sanità, è di 188 persone, tra cui 55 bambini e 33 donne, con 1.230 feriti. Israele dichiara che sono morti decine di militanti.

Nel frattempo, oggi nel pomeriggio, Hamas ha lanciato una nuova raffica di razzi verso il sud di Israele.

Leggi qui gli aggiornamenti su Israele:

Israele e conflitto di Gaza: aggiornamenti all’ultima ora

Il Consigli di Sicurezza dell’ONU: violenza spaventosa

Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha indetto una riunione di emergenza, con i mediatori internazionali con la speranza trovare la mediazione giusta per cessare il fuoco.

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha aperto la riunione descrivendo la violenza spaventosa. Inoltre, dichiara che i combattimenti devono cessare immediatamente.

Rushdi Abualouf della BBC a Gaza: “non ho mai visto attacchi aerei con tale intensità. A Gaza le esplosioni sono ovunque. Ci sono difficoltà a comunicare con i funzionari per scoprire cosa succede e dove sono gli attacchi”.

Ha scritto su Twitter: “l’edificio in cui vivo nella parte occidentale della città ha tremato come un terremoto”.

“Donne e bambini in stato di confusione, l’edificio ospita più di 200 persone impaurite che urlano e si disperano”.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, mi occupo anche dell’area Finanza, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *