Mondo

Le tradizioni più divertenti sulle nozze sparse nel mondo

Qualcosa di blu, qualcosa di vecchio e di nuovo? Non solo! Ecco tre tradizioni davvero assurde sparse nel mondo in occasione delle nozze

Il giorno delle nozze è considerato uno dei giorni più importanti per un essere umano. Persona romantica o meno che sia, giurare amore eterno dinanzi ad amici e familiari, in comune o in chiesa, è una decisione che cambierà per sempre la sua vita. Vivere con una persona, condividere gioie e dolori, sostenerla sempre è davvero una bella responsabilità. Per chi non se la sente, poi, c'è sempre il matrimonio temporaneo. L'atto matrimoniale, poi, nel corso della sua storia è passato dall'essere un ricevimento intimo e sobrio ad uno degli eventi fondamentali nella vita sociale. Matrimonio vuol dire soprattutto cura per ogni dettaglio. La bella figura deve essere assicurata. Ma non è solo questo. L'unione matrimoniale è anche tradizione, per fortuna, e in alcuni posti del mondo queste sono lontane anni luce dalle nostre.

Nozze e tradizioni: ogni paese ha le sue, ma alcune sono davvero bizzarre

In Occidente si usa che la notte prima del matrimonio ognuno la passi a casa con i genitori. Poi, pian piano, si è sviluppata anche l'usanza di festeggiare l'addio al celibato per l'uomo e al nubilato per la donna. Oltre ai soli sposi, ci sono anche tradizioni che riguardano altre figure importanti, come le damigelle. E, infatti, in molti si son sempre chiesti perché l'abito delle damigelle debba essere dello stesso colore. Insomma, stiamo parlando, dunque, di tradizioni che ormai fanno parte del nostro codice sociale. Ma se ci spostassimo un po' potremmo conoscere delle usanze assurde legate alle nozze.


La prima riguarda proprio il giorno prima del matrimonio. Siamo in Scozia e gli sposi vengono letteralmente catturati da qualsiasi posto essi si trovino da amici e parenti. Legati e coperti di fuliggine, sono poi costretti ad andare in giro per la città in questo stato. Insomma, davvero un bel modo per iniziare una nuova vita accanto alla persona amata! E un modo come un altro per festeggiare l'addio al nubilato e celibato.

La seconda tradizione riguarda una tribù indonesiana in cui è severamente vietato andare in bagno per ben 3 giorni dopo le nozze. E questa tortura è afflitta non alla famiglia o ai testimoni degli sposi, ma ai novelli sposi stessi. In pratica sono seriamente controllati in casa propria da amici e parenti. Questi devono assicurarsi che i due trattengano il più possibile tutti i bisogni di cui vogliono liberarsi. E non è ammessa alcuna eccezione. Secondo la loro credenza, soltanto dopo aver rispettato questa usanza si potrà godere di un matrimonio felice.

L'importanza di piangere ai matrimoni non è solo un fatto di emozione

La terza ed ultima assurda usanza legata alle nozze riguarda il pianto. C'è chi riesce ad emozionarsi in un momento così bello e chi invece no. Un discorso a parte vale per i familiari, soprattutto per i genitori. Non vedere più girare per casa il proprio figlio o la propria figlia è sempre un'emozione contrastante. Ci si rende conto, in effetti, che ormai sono giunti anche loro all'età adulta.

Ebbene, nel popolo cinese tujia bisogna piangere prima del matrimonio. Nelle specifico, questo obbligo viene imposto alla sola sposa che esattamente un mese prima della fatidica data deve dare il meglio di sé piangendo. Dopo 10 giorni da questo avvenimento, anche tutte le altre donne della famiglia devono piangere. E se qualcuna non lo fa oppure non ne è in grado viene considerata una grandissima maleducata.

Katia Russo

Ciao, sono Katia, sono laureata in Lettere Moderne presso l’Università di Salerno e attualmente sto continuando il percorso magistrale. Sono una grande curiosona, mi piace conoscere e trasmettere quante più notizie originali riesco a trovare. Adoro leggere, scrivere, disegnare, il cinema, la musica, l’arte e la cultura.

Articoli collegati