Mondo

Quando incontrare i nipoti diventa un diritto per creare un rapporto significativo

Il rapporto tra nonni e nipoti, diventa un argomento delicato soprattutto quando incontrare i propri nipoti diventa un diritto

Il rapporto tra nonni e nipoti, diventa un argomento delicato soprattutto quando incontrare i nipoti diventa un diritto. Ci sono situazioni in cui alcuni nonni debbono ricorrere alla legge pur di creare un rapporto significativo con i propri discendenti. Quali sono i diritti dei nonni di fronte alla separazione di un figlio o la morte prematura del coniuge? Rispondiamo alla domanda di due nonni che ci hanno inviato una lettera via e-mail. Vogliamo farlo proprio in prossimità della prima Giornata mondiale dei nonni e degli anziani, affrontando questo tema, affinché possa essere uno spunto di riflessione.  

Quando incontrare i nipoti diventa un diritto per creare un rapporto significativo

Papa Francesco, ha voluto celebrare per la prima volta e per gli anni avvenire la Giornata mondiale dei nonni e degli anziani, il suo messaggio è che il Signore, nei momenti bui manda gli angeli. Quale angelo migliore per i nonni, se non i nipoti? Ma non sempre è possibile per una persona anziana ricevere la visita di un nipote che gli possa rallegrare la giornata.


Esistono situazioni in cui la serenità familiare, viene turbata da avvenimenti quali: discussioni, una separazione, un divorzio o la perdita prematura e improvvisa di uno dei genitori. Dunque per i nonni incontrare i nipoti, diventa un diritto per creare un rapporto significativo. In redazione, è arrivata una lettera di due nonni, che si sono trovati all’improvviso a dover reclamare il proprio diritto di essere nonni.

Quando incontrare i nipoti diventa un diritto lettera di due nonni

Si dice, che l’amore per un nipote è diverso da quello per un figlio. Lo sanno bene una coppia di nonni che ci ha mandato una lettera via e-mail, dove raccontano quello che hanno vissuto e che forse ancora stanno vivendo. Noi abbiamo pensato di condividere qualche passaggio, affinché sia spunto di riflessione e, che soprattutto possa essere d’aiuto a chi malauguratamente, si ritrova nella stessa situazione.

Abbiamo perso, la più giovane dei nostri figli, quando era ancora nel fior degli anni e aveva ancora tanto da fare e da dare. Doveva crescere, i suoi due bimbi che all’epoca avevano solo quattro e due anni. Noi, per nostra figlia siamo stati sempre presenti, aiutandola e supportandola nella malattia. Con la casa, i bimbi e il marito, anche dopo la sua perdita. Oltre a fare i conti con il nostro grande lutto, ci siamo presi cura dei bimbi, sia di giorno che di notte, senza dimenticarci anche del loro padre. Quando a un certo punto, si è rifatto una vita e ci ha portato via i nostri angeli. Negandoci il diritto di vederli e prenderci cura di loro, come avevamo promesso a nostra figlia.

Con noi, è diventato un’altra persona, non era più l’uomo che si mostrava quando c’era nostra figlia. Ci ha volutamente allontanati dalla vita dei nostri nipoti, procurando un ulteriore ferita a noi e ai bimbi stessi. Vedere di nuovo i nipotini, è stata una battaglia lunga e straziante, ma ancora oggi dobbiamo fare i conti con la sua arroganza.

Cosa dice la legge per i diritti dei nonni?

Il diritto dei nonni di vedere i nipoti è imprescindibile e possono agire in giudizio. Tuttavia il giudice dei minori, deve tutelare anche il minore stesso. L’art. 315 bis del codice civile, riconosce ai nipoti il diritto di mantenere un rapporto significativo. Inoltre l’art. 337 del codice civile, stabilisce che il minore, ha diritto di mantenere un rapporto significativo non solo con gli ascendenti, ma anche con i parenti di ciascun ramo familiare.

Camilla

Salve sono Camilla, mi piacciono molto le belle storie e i buoni film. Amo molto viaggiare e veder posti nuovi e lontani. Da piccola, fantasticavo molto, inventavo e scrivevo racconti, che finivano sempre a lieto fine. Poi crescendo ho fatto di ogni nuovo interesse, una passione. Le passioni sono importanti per me, sono il motore della vita. Senza di esse la nostra esistenza è piatta. Sono una continua scoperta anche per me stessa, tanto che alcune volte ne rimango meravigliata.

Articoli collegati