Mondo

Tunisia, il Covid mette in ginocchio il Paese: manca il sangue e l’ossigeno

Tunisia in forte difficoltà a causa del Covid: negli ospedali manca l'ossigeno e il sangue

Il Covid rende la situazione della Tunisia sempre più grave, manca l'ossigeno negli ospedali, determinante per i casi più gravi, e il sangue, che causa Covid non viene più donato. Nel solo Paese di Maghreb, nelle ultime 24 ore si sono registrati 7.524 nuovi casi da Covid e 140 decessi. Scene da non credere quelle che si vedono fuori dagli ospedali, con persone disperate che fanno la fila per essere assistite.

Il Covid mette in ginocchio la Tunisia

In Tunisia la situazione riguardante l'emergenza Covid, è abbastanza grave. Basta pensare che in una giornata tipo, non si va oltre i 25mila test per individuare i contagi. La notizia dell'altro giorno è quella che con un numero così basso di test, sono stati trovati 7.524 nuovi positivi, con una percentuale di contagiosità superiore al 30%.


Gli ospedali sono stati presi d'assalto, e le situazioni sono a dir poco critiche. Non c'è ossigeno e le persone nelle terapie intensive sono tante. A causa del Covid non si fanno donazioni di sangue, per questo motive le scorte vanno sempre più scarseggiando; il centro per le trasfusioni ha diffuso un appello tra i cittadini per donare il sangue.

Ad oggi la Tunisia ha registrato più di 500mila casi di Covid, registrando più di 17mila morti. La campagna vaccinale, rispetto ad altri Paesi, è iniziata in ritardo, precisamente il 13 marzo scorso. Su 12 milioni di abitanti, solo 2 milioni hanno potuto ricevere una prima dose, e poco più di 700mila entrambe le dosi.

Brasile record di decessi nel mondo

Allarme rosso da Covid ancora in Brasile, la situazione va sempre di più peggiorando. Nelle ultime 24 ore sono state registrati circa 35mila nuovi contagi con 868 persone decedute. Dall'inizio della pandemia il Brasile si distingue per essere, nel mondo, il Paese con più vittime, siamo quasi a 542mila, e con più di 19 milioni di contagi.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, formazione tecnica e fiscale, dopo anni di consulenza in azienda e presso CAF. Mi occupo anche dell’area Finanza, Economia, Fisco, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza e Fisco, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Aiutano il Lettore nel disbrigo di pratiche e consigli su come evitare multe salate. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati