Politica

Canone Rai addio, scomparirà dalla bolletta elettrica: questo l’impegno di Draghi

Canone Rai pagato nelle bollette dell'energia, è un onere improprio, e va eliminato. Questo l'accordo di Draghi con l'Ue

Si va verso l'addio del canone Rai dalla bolletta elettrica, e così il premier Draghi da un ulteriore botta a Renzi, semmai ce ne fosse ancora bisogno, smontandogli la riforma. Questo è un impegno preso con Bruxelles nell'ambito del Pnrr, dove c'è la richiesta esplicita di togliere i cosiddetti "oneri impropri" dalla bolletta dell'energia; probabile che se ne discuta già giovedì nel Consiglio dei Ministri.

Addio al canone Rai in bolletta dell'energia elettrica

Si va verso l'addio del canone Rai in bolletta dell'energia elettrica, voluta da Renzi quando era Presidente del Consiglio. La notizia era nell'aria, verrà cancellata dal Governo Draghi per un impegno preso con l'Unione Europea in occasione del Pnrr. Lo ha chiesto proprio Bruxelles, viene definito un onero improprio, e per questo deve essere accantonato.


Draghi si è impegnato direttamente con l'Unione Europea di cancellare questo ordine dato ai venditori di elettricità, in quanto non correlate con l'energia. Di sicuro se ne discuterà presto, e sicuramente le nuove disposizioni andranno in vigore dal prossimo anno. Secondo l'accordo di Bruxelles l'approvazione nel Consiglio dei Ministri deve avvenire entro luglio 2021, ma per l'applicazione c'è tempo a tutto il 2022.

Riforma introdotta dal Governo Renzi

Prima della riforma e che andasse a finire in bolletta, il canone TV costava 113 euro l'anno. Che finisse sulla bolletta dell'energia elettrica lo aveva deciso e introdotta il Governo Renzi nel 2015 sfruttando la Legge di Stabilità; l'intento era quello di bloccare l'evasione di chi non pagava l'imposta per la TV pubblica.

Questa soluzione ha fatto in modo di gonfiare le bollette dell'energia elettrica, facendo apparire i costi più alti. Per questo l'Unione Europea ha criticato l'Italia, convincendo l'attuale Governo Draghi a ritornare al passato.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, formazione tecnica e fiscale, dopo anni di consulenza in azienda e presso CAF. Mi occupo anche dell’area Finanza, Economia, Fisco, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza e Fisco, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Aiutano il Lettore nel disbrigo di pratiche e consigli su come evitare multe salate. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati