Politica

Ddl Zan, il Monsignor Camisasca lo boccia: all’Italia non serve una legge che mette a rischio la libertà di pensiero dei cristiani

Il Ddl Zan rischia di mettere a rischio la libertà di pensiero dei cristiani: questa l'opinione di Monsignor Camisasca

Sul Ddl è intervenuto Monsignor Camisasca, Vescovo di Reggio Emilia, che dichiara che all’Italia non serve, mette solo a rischio la libertà di pensiero dei cristiani. Più volte la Santa Sede e la Chiesa Italiana, hanno dichiarato che il Ddl Zan non è di sicuro la protezione che conferisce ad ogni categoria discriminata.

Monsignor Camisasca boccia il Ddl Zan

Secondo il Monsignore non si possono accettare discriminazioni in base al colore della pelle, al sesso, alla credenza religiosa e alla provenienza sociale. La polemica tra lo Stato italiano e il Vaticano e di un’altra natura. La legislazione penale e civile della nostra Repubblica, abbia già al suo interno le leggi adatte per condannare le discriminazioni, e per questo non occorreva una nuova legislazione.


Il Monsignor Camiscasca continua dicendo che non c’era bisogno di una legge che metteva in pericolo le libertà del Concordato del 1984. Non sono sicuramente necessari articoli che possano mettere in pericolo la libertà di pensiero dei cristiani o di quanti hanno a cuore che un bene non vada a lederne un altro.

Le preoccupazioni

Il Monsignore poi si dice sempre molto preoccupato quando lo Stato pensa a se stesso come al grande educatore del popolo. Lo stato non ha certo il compito di educare, ma quello di coordinare e sostenere le agenzie educative già presenti nella nostra società. Di sicuro uno Stato educatore sarà di conseguenza uno Stato totalitario.

Nei giorni scorsi lo stesso premier Draghi si era chiamato fuori dalla polemica che la Santa Sede faceva contro il Ddl Zan, ma in qualche modo respingeva il pressing fatto dal Vaticano, e affermava: “Siamo uno Stato laico”.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, mi occupo anche dell’area Finanza, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *