Politica

Green pass obbligatorio dal 6 agosto: stato di emergenza prolungato fino al 31 dicembre

Il Governo ha deciso, dal 6 agosto Green pass obbligatorio nei luoghi chiusi. Niente apertura per le discoteche

Sono state prese le decisioni sul Green pass per cercare di affrontare al meglio l'emergenza Covid con la variante Delta. Il Green pass sarà obbligatorio dal prossimo 6 agosto per entrare in ristoranti e bar al chiuso, restano chiuse le discoteche. Stato di emergenza prolungato fino al 31 dicembre. Ma vediamo nei dettagli le decisioni prese.

Green pass obbligatorio dal 6 agosto al chiuso

La decisione è stata presa, Green pass obbligatorio dal 6 agosto per entrare e consumare nei ristoranti e al bar al chiuso. Non c'è obbligatorietà per chi consuma al bancone. Certificato verde obbligatorio anche per entrare nelle palestre, nei teatri, al cinema, a manifestazioni culturali e sportive e anche per partecipare ai concorsi. Obbligatorio anche per entrare in musei, mostre, per praticare sport di squadra, centri benessere, sagre, fiere, sale bingo e sale scommesse.


Obbligo di Green pass per cinema e teatri, ma aumento il numero della possibile capienza. In zona bianca al chiuso sarà consentita l'entrata a 2.500 persone, all'aperto fino a 5.000. Per chi si trovasse in zona gialla invece, all'aperto 2.500, al chiuso fino a 1.000.

La data del 6 agosto è stata pensata per dare tempo a chi non avesse ancora provveduto al vaccino, di farlo. Il certificato verde si otterrebbe già dalla prima dose.

Per chi non rispettasse le regole, sono in arrivo multe che vanno dai 400 ai 1.000 euro, sia per chi viola le regole che per il gestore del locale. Rimangono chiuse ancora le discoteche.

Le altre novità

Cambiano i parametri di rischio per determinare il colore delle Regioni. Entrano in gioco gli indicatori ospedalieri con le relative occupazioni delle terapie intensive e i ricoveri normali. Si rischia la zona gialla chi supera il 10% di occupazione nelle terapie intensive e il 15% di quella normale. Per la zona arancione il 20% e il 30%, per la zona rossa il 30% e il 40%.

Le discoteche restano chiuse, ma per loro arrivano 20 miliardi di euro come rimborsi. Fino al 30 settembre, per chi farà il test antigenico rapido, ci saranno prezzi molto contenuti.

Il Governo per ora non si è pronunciato sull'uso del Green pass per i trasporti, sia a lunga percorrenza che per i locali, e nei luoghi di lavoro.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, formazione tecnica e fiscale, dopo anni di consulenza in azienda e presso CAF. Mi occupo anche dell’area Finanza, Economia, Fisco, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza e Fisco, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Aiutano il Lettore nel disbrigo di pratiche e consigli su come evitare multe salate. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati