Politica

Green pass obbligatorio su aerei, navi e treni: per l’Italia pronte ancora restrizioni

Il Green pass potrebbe essere obbligatorio anche su navi, aerei e treni: ma il Governo pensa ad una decisione dopo l'estate

Mentre ci sono state tante manifestazioni in Italia contro il Green pass, la situazione non è stata diversa in Europa e nel mondo. In Australia tutti hanno manifestato senza mascherina, stesse condizioni a Melbourne; tanti gli scontri, anche violenti, che hanno visto impegnati forze dell'ordine. Tanti gli arresti e tanti i feriti.

Il Green pass in Italia sarà obbligatorio anche......

Tante le manifestazioni nelle piazze italiane, tanti gli scontri e gli interventi della Polizia, in particolare a Roma. Ma per gli italiani il Governo e il Ministero della Salute hanno pronte ancora altre novità per il Green pass che a tanti non potranno piacere.


A breve ulteriori novità saranno adottate per chi non è in possesso del Green pass. Si pensa di vietare, a chi non lo possiede, di sostare nelle aree di attesa degli ospedali e dei Pronto Soccorso, nei reparti ospedalieri in generale.

Ma novità ancora per chi non è in possesso del certificato verde, non potrà viaggiare su navi, treni e aerei. La regola potrebbe diventare obbligatoria da fine agosto. La scelta di non cominciare già il 6 agosto, è stata presa per evitare i disagi a chi aveva già prenotato le vacanze e con il rischio di veder visto annullato il proprio viaggio.

Ma quanto può essere utile l'obbligo Green pass su aerei, navi e treni, dopo le vacanze?

Non ce ne vogliano i no vax, ma le loro manifestazioni forse sono arrivate al Governo e a tutti quelli che decidono. A cosa serve obbligare le persone il Green pass dopo le vacanze estive, quando tanti milioni di italiani sono andati in giro per l'estero, in nazioni come Spagna, Grecia, Olanda, Inghilterra, Francia e altro, dove l'incidenza contagiosità è alta, per via dei pochi vaccini fatti? Il risultato, grazie anche a questa decisione, sarà che ci ritroveremo a settembre a combattere con la quarta ondata.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, formazione tecnica e fiscale, dopo anni di consulenza in azienda e presso CAF. Mi occupo anche dell’area Finanza, Economia, Fisco, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza e Fisco, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Aiutano il Lettore nel disbrigo di pratiche e consigli su come evitare multe salate. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati