Casa e Giardino

Ortaggi, fate attenzione: alcuni possono essere tossici per i cani, ecco quali

Per noi umani gli ortaggi sono benefici per la nostra salute, non si può dire lo stesso dei cani: due di loro sono altamente tossici

Ci sono molti alimenti che i nostri cani non possono mangiare perché tossici per la loro salute, e tra questi appaiono anche gli ortaggi. Se per noi, al contrario, possono essere solo un toccasana nella nostra alimentazione, ma non si può dire lo stesso per loro. In particolare, gli ortaggi a cui stare molto attenti sono l'aglio e la cipolla. A questi, poi, si aggiungono anche i porri, l'erba cipollina ed i cipollotti. Una volta afferrato il concetto, dunque, è sempre bene controllare cosa sta mangiando il nostro cane. Ovviamente, non solo dobbiamo evitare di dare loro questi alimenti, ma anche controllare le crocchette che si comprano. Se possiedono almeno uno di questi ortaggi, allora, è il caso di comprare altro.

Gli ortaggi tossi per i nostri cani, perché fanno male

L'organismo dell'uomo è sicuramente diverso da quello del cane. E, per quanto loro possano mangiare i nostri avanzi, bisogna sapere che esistono delle eccezioni pericolose. L'aglio e la cipolla sopra menzionati, assieme a tutti gli altri, sono tossici come ortaggi per i cani per via del solfuro di allile.


Nello specifico, tale sostanza, va ad attaccare l’emoglobina, la quale si occupa di trasportare l'ossigeno nel sangue. Qualora questo procedimento venisse interrotto, si va a generare un’anemia emolitica. Il termine in questione va ad indicare la rottura di tutti i globuli rossi e la loro eliminazione. Nelle situazioni più gravi può portare anche ad un malfunzionamento di organi, e, purtroppo, anche alla morte. Quindi, è da evitare assolutamente che il nostro cane ne mangi anche una piccola quantità.

Gli effetti e la cura

Una volta ingerito o l'aglio o la cipolla, possono verificarsi alcuni sintomi tipici dell'anemia emolitica. Il primo fra tutti è che il cane inizia ha difficoltà a muoversi in modo coordinato. Il secondo è che le gengive diventano di colore biancastro. Il terzo, quello forse più difficile da captare, è che il cane sembra essere stanco.

Poi seguono: vomito, salivazione eccessiva, respirazione accelerata, diarrea e tachicardia. Attenzione anche alle urine: queste potrebbe manifestarsi prive di colore, oppure accompagnate dal sangue o da un altro colore scuro.

Infine, qualora si verificasse anche un solo sintomo di questi citati bisogna subito correre dal veterinario. Se si ricorda di aver dato qualcosa da mangiare al proprio cane contenente almeno uno dei due ortaggi, bisogna subito riferirlo.

Oltre agli ortaggi tossici per i nostri cani esistono anche delle piante velenose mortali sia per loro che per i gatti.

Katia Russo

Ciao, sono Katia, sono laureata in Lettere Moderne presso l’Università di Salerno e attualmente sto continuando il percorso magistrale. Sono una grande curiosona, mi piace conoscere e trasmettere quante più notizie originali riesco a trovare. Adoro leggere, scrivere, disegnare, il cinema, la musica, l’arte e la cultura.

Articoli collegati