Televisione

Carosello Carosone, in primavera il film tv su Renato Carosone

In arrivo sulle reti Rai il film Carosello Carosone dedicato all'indimenticabile Renato Carosone. Tutte le curiosità sul film

Carosello Carosone è stato il primo album dell’amatissimo artista napoletano Renato Carosone che pubblicò nel 1954 assieme al suo quartetto. E così proprio con il titolo del suo primo album la Rai omaggia e ricorda il celebre autore di “Tu vuò fa l’americano”, una canzone intramontabile. Il film tv dovrebbe arrivare nelle nostre case durante la primavera del 2021, mentre le riprese si sono svolte tra le città di Roma e Napoli nel mese di ottobre 2020. Ad interpretare il giovane Renato all’inizio della sua carriera è un attore giovane dal nome famosissimo, Eduardo Scarpetta.

Carosello Carosone, il primo film dedicato all’amatissimo Renato

A 20 anni dalla sua morte, avvenuta il 20 maggio del 2001, la Rai pensa di trasmettere proprio in quei giorni il suo omaggio a Renato Carosone. Ad interpretare l’artista durante i primi anni della sua carriera ci pensa Eduardo Scarpetta, giovane attore di 27 anni, nonché trisnipote di Eduardo. Il ragazzo, come già si è capito, proviene da un’importantissima famiglia di attori. Infatti, è legato al grande commediografo Eduardo De Filippo, di cui abbiamo visto una rivisitazione della celebre “Natale in Casa Cupiello” sempre per la Rai. Intanto, ha saputo farsi conoscere anche per aver preso parte alla serie Rai di successo “L’amica geniale”.


Il film su Renato è la trasposizione cinematografica dei libri del biografo carosoniano Federico Vacalebre. Il racconto inizia New York nel 1958. Il giovane Renato Carosone si prepara per il concerto alla Carnegie Hall dove prima di lui si sono esibiti celebrità internazionali come Duke Ellington e Benny Goodman. Mentre è al piano, però, ricorda i momenti più importanti della sua vita professionale. Sicuramente la nascita della canzone Maruzzella, oppure Torero e l’indimenticabile O’ Sarracino. Ma sicuramente il suo gioiello è stato Tu vuo’ fa l’americano.

Qui i suoi pensieri arrivano alla partenza per Massawa come leader di una big band, luogo in cui si nutre dei ritmi africani e gli americani swing e jazz. C’è anche spazio per l’amore, quello con Lita, la donna della sua vita, una ballerina veneziana e ragazza madre. Innamoratissimo di lei, arriverà anche ad adottarne il figlio Pino. Da quel momento in poi Renato sfornerà solo successi che gli permetteranno di esibirsi tra i locali più famosi dell’epoca. Il resto, poi, è storia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Katia Russo

Ciao, sono Katia, sono laureata in Lettere Moderne presso l’Università di Salerno e attualmente sto continuando il percorso magistrale. Sono una grande curiosona, mi piace conoscere e trasmettere quante più notizie originali riesco a trovare. Adoro leggere, scrivere, disegnare, il cinema, la musica, l’arte e la cultura.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *