Tecnologia

I nuovi termini di WhatsApp, dal 15 maggio si rischia davvero grosso: il proprio account potrebbe essere comunque eliminato

Dal 15 maggio sono entrati in vigore i nuovi termini di WhatsApp sulla privacy policy. Ma cosa accade a chi non li ha accettati?

Il 15 maggio è passato da qualche ora e questo vuol dire che sono appena entrati in vigore i nuovi termini di WhatsApp sulla privacy policy. Più nello specifico, si tratta di termini che permettono una maggiore condivisione dei dati degli utenti con il social network di Facebook. E su questo non c’è niente di cui meravigliarsi dato che ormai anche l’app verde è entrata in possesso di Zuckerberg. Comunque sia, dopo tante polemiche e atti di rivoluzione da parte degli utenti, chiunque non accetti tali termini non vedrà il proprio profilo scomparire. Allo stesso modo di chi li ha già accettati nel mese di marzo. A tal proposito, dunque, è spontaneo chiedersi cosa accadrà ai primi se Zuckerberg ha fatto un passo indietro?

Sono in corso i nuovi termini di WhatsApp, cosa accade a chi non li accetta

Davvero una bella domanda questa che ognuno si pone e cerca di vederci chiaro. A quanto pare, per tutti coloro che non hanno intenzione di accettare i nuovi termini di WhatsApp non ci saranno particolari “sanzioni”. La cosa fondamentale, il che dimostra essere una grande vittoria per questi, è che il proprio profilo non sarà cancellato.


Piuttosto, la società di Facebook ha pensato, per quest’ultimi, a una sorta di servizio di promemoria in cui viene richiesto periodicamente di accettare i termini stabiliti. Se ogni volta che appare un promemoria non viene accettato a lungo andare questo passerà dall’essere periodico all’essere permanente. Quindi un avviso ben visibile tutte le volte che si entra sull’applicazione verde. Ma non è tutto.

Una volta arrivato a questo momento, l’utente non avrà più la possibilità di accedere al suo elenco delle chat, anche se potrà rispondere a chiamate e messaggi in corso sull’app. Dopo alcune settimane, inoltre, le funzioni saranno sempre di più limitate. Questo vuol dire che si arriverà ad un punto in cui non si potranno più ricevere chiamate e messaggi. Dall’altra parte, dunque, non sarà permesso nemmeno chiamare o inviare un messaggio. In certo senso, allora, Zuckerberg è comunque arrivato al suo iniziale intento: rendere inutilizzabile l’app è pari alla sua eliminazione.

E infatti è questo che poi accadrà. Grazie a un cavillo delle sue regole, l’account sarà eliminato. Infatti, saranno applicate anche in questo caso le regole sugli utenti inattivi. Queste regole vogliono dire che dopo 120 giorni di inattività l’account si eliminerà in modo del tutto automatico.

Katia Russo

Ciao, sono Katia, sono laureata in Lettere Moderne presso l’Università di Salerno e attualmente sto continuando il percorso magistrale. Sono una grande curiosona, mi piace conoscere e trasmettere quante più notizie originali riesco a trovare. Adoro leggere, scrivere, disegnare, il cinema, la musica, l’arte e la cultura.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *