Tecnologia

Yahoo Answers chiude, l’addio definitivo il 4 maggio

Dal 4 maggio prossimo dovremmo dire addio a uno dei primi siti che hanno fatto la storia del web: Yahoo Answers non aprirà mai più

Una notizia che sembra un fulmine a ciel sereno: il sito di Yahoo Answers chiude definitivamente i suoi battenti dal 4 maggio. La decisione è stata pubblicata solo poche ore fa e tutti gli utenti hanno sin da subito dimostrato il loro rammarico e dissenso. Infatti, Yahoo è stato una delle prime piattaforme nate sul web capace di mettere in contatto quante più persone diverse e lontane tra di loro. Ma a quanto pare il progetto, nel corso degli anni, non è stato capace di tenere testa alla concorrenza. Con la nascita di nuovi siti web e nuove piattaforme, in effetti, Yahoo è stato gettato nel dimenticatoio.

Addio allo storico Yahoo Answers dal 4 maggio

Dal 2005 Yahoo è stato parte integrante del mondo del web, capace di rispondere alle tante domande che diversi utenti digitavano. Prima di lui non era mai esistito alcun sito capace di proporre un servizio del genere. A quanto pare, però, il gioco di domande e risposta non è stato in grado di battere i concorrenti. E così l’azienda ha deciso di chiudere per sempre.


La ragione principale, dunque, di una simile e drastica decisione è il fatto di essere ormai un sito obsoleto e non più frequentato come una volta. Un ruolo alquanto ingombrante in questa decisione è anche quello di Wikipedia che, da anni ormai, è il sito di riferimento di tutti gli utenti. Negli ultimi anni, inoltre, su Yahoo giravano solo domande e risposte volgari, con espliciti riferimenti a cose vietate e azioni di troll.

Detto questo, però, il sito concederà agli utenti di poter scaricare i propri dati prima di chiudere e sparire definitivamente da Internet. La data entro cui sarà permessa tale azione è quella del 30 giugno 2021. Mentre già dal 20 aprile non si potranno più pubblicare domande e risposte sul sito.

Nonostante sia un dato di fatto la sua ormai impopolarità, molti utenti hanno dimostrato la propria tristezza alla notizia. In particolare, parliamo degli utenti più affezionati che nel corso di 15 anni non hanno mai abbandonato la piattaforma. Ma questo non ha fermato l’azienda che ha comunque deciso d’implicare le risorse economiche del sito su altri progetti.

Katia Russo

Ciao, sono Katia, sono laureata in Lettere Moderne presso l’Università di Salerno e attualmente sto continuando il percorso magistrale. Sono una grande curiosona, mi piace conoscere e trasmettere quante più notizie originali riesco a trovare. Adoro leggere, scrivere, disegnare, il cinema, la musica, l’arte e la cultura.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *