Viaggi, arte e cultura

In viaggio con il nostro amico a quattro zampe, ecco tutte le regole per viaggiare in nave, aereo e in treno

Tutte le regole per viaggiare con il nostro amico a quattro zampe. Ecco i documenti da produrre per il viaggio in areo, nave e treno.

Finalmente è arrivata l’estate, c’è chi desidera portarsi con se il proprio amico a quattro zampe, e c’è chi invece li lascia nella pensione di fiducia o un pet sitter. Ma quali sono le regole e qual è il  mezzo è migliore per il nostro amico a quattro zampe? In primis bisogna scegliere in quale posto alloggiare che consenta di poter con noi i nostri amici pelosi. Infatti, non tutte le strutture sono attrezzate per i cani. Quando abbiamo scelto la struttura dove alloggiare, non ci resta che trovare il mezzo da utilizzare per viaggiare.  Iniziamo con il dire che la macchina e sicuramente il mezzo più comodo, ci si può fermare ogni volta che si vuole, ma può risultare stancante per chi guida. Allora ci sono anche altre alternative cioè: nave, aereo o treno.

Quali sono le compagnia che accettano il nostro amico a quattro zampe?

Quasi tutte sono le compagnie accettano animali a bordo, ma ci sono regole da rispettare. Ad esempio: non lasciare tracce di escrementi, per  le piccole taglie meno di 10 chili si devono portare dentro un trasportino. Infine, per i cani superiori ai 10 chili, per viaggiare c’è l’obbligo della museruola.


Viaggiare in treno:  ecco tutte le info 

Sappiamo bene che i cani non sono tutti uguali, soprattutto per quanto riguarda la taglia, il peso e la razza. Questo, comporta informazioni diverse. Ad esempio: i cani e i gatti di piccola taglia possono viaggiare gratuitamente all’interno di un trasportino di dimensioni 70x30x50 cm.  Mentre, i cani di grossa taglia possono viaggiare al guinzaglio con la museruola. Invece, possono gli amici a quattro zampe possono viaggiare liberamente se lo scompartimento è prenotato. Inoltre, il padrone dovrà sostenere le spese della disinfestazione della carrozza.

Come viaggiare in nave con i nostri pet

Un’ottima alternativa al treno, è la nave o il traghetto, che permette di visitare le  isole più vicine o le coste più belle. Ma quali documenti bisogna portare per i nostri amici a quattro zampe? Bisogna munirsi dei seguenti documenti: certificato di vaccino e registrazione della anagrafe canina. Per chi desidera andare in Sardegna, occorrerà anche il vaccino antirabbica.

Viaggiare in aereo le varie condizioni

Sappiamo bene di quanto i cani siano i migliori compagni di viaggio ma purtroppo quando superiamo i confini italiani, inevitabilmente ci sarà bisogno dell’ aereo. 

Viaggiare in aereo con i nostri amici a quattro zampe diventa più complicato, vediamo insieme quali sono le regole a cui fare attenzione:

a) fare un check-up completo al peloso;

b) consultare il regolamento della compagnia scelta;

c) i cani inferiori a tre mesi non possono viaggiare in aereo;

d) controllare che la medaglietta identificativa contenga tutte le informazioni in caso di smarrimento;

e) evitare voli con scambi in modo tale da non avere brutte sorprese con eventuali blocchi nel paese di destinazioni;

f) il nostro pet non deve essere in gravidanza o in calore.

Se i requisiti ci sono tutti, bisognerà fare un passaporto identificativo con foto, rilasciato dal proprio veterinario.

Cane che abbaia e vicini di casa
Cane che abbaia e vicini di casa con continue liti, ma cosa dice la legge al riguardo?

Stiva o cabina vediamo il regolamento

Con un peso inferiore ai 10 kg, compreso di trasportino è consentito tenerlo in cabina, se supera i 10 kg dovrà viaggiare in stiva all’interno di una apposita gabbia.

Alcune regole in cabina:

a) il cane deve riuscire a muoversi;

b) non deve avere un cattivo odore;

c) il fondo del trasportino deve essere impermeabile 

Cosa cambia per i cani guida?

I cani guida accompagnano persone non vedenti e le regole per loro cambiano, Infatti, possono viaggiare su tutti i treni a prescindere dalla taglia.

Queste sono tutte informazioni per viaggiare tranquillamente con i nostri meravigliosi pet.

Emanuela Giardiello

Mi chiami Emanuela Giardiello amo viaggiare e scoprire posti nuovi, dove posso incontrare culture diverse, ed amo perdermi mentre guardò il mare con i suoi meravigliosi colori.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *