Viaggi, arte e cultura

Napoli e i suoi mille colori, con le sue stupende tredici discese di Sant’Antonio a Posillipo

Napoli, le tredici discese di Sant'Antonio: un vero spettacolo panoramico

A Napoli non manca modo di visitare bellezze indescrivibili, in ogni momento garantisce posti nuovi tutti da scoprire, da poter visitare sia con la propria famiglia che con il proprio partner; come ad esempio le tredici discese di Sant’Antonio, che collegano Mergllina con Via Orazio.

Le tredici discese di Sant’Antonio: un panorama che fa rimanere a bocca aperta

È una piccola scorciatoia che collega la zona residenziale al lungomare di Napoli. Si chiamano tredici discese di Sant’ Antonio perché prendono nome dalla Chiesa che è collocata nella parte alta del percorso. Meta di matrimoni, dato il suo panorama all’uscita unico e spettacolare.


Da questo posto è possibile trovare un panorama stupendo unico e raro, da lì possiamo vedere quasi tutta Napoli e rimanere incantati, una vera e propria cartolina vivente. 

Golfo di Napoli e il suo panorama 

Non ci sono parole per descrivere la bellezza del panorama; una volta arrivati in cima, si può ammirare la bellezza delle piccole case tutte colorate, spettacolare la veduta del Vesuvio che abbraccia il Golfo di Napoli. Una vera e propria emozione, si rimane meravigliati da questa vista in qualsiasi ora del giorno; al mattino con i raggi del sole che baciano la città, con il tramonto che accarezza il mare, ed infine con la luna, che fa brillare tutta la città, insomma un panorama da non perdere.

Una vera e propria magia per il patrimonio dell’ UNESCO: una piccola guida per poterci arrivare 

Tanti sono i giovani che frequentano questa zona, spesso viene utilizzata per feste di compleanno a sorpresa, o addirittura per proposte di matrimonio, dove il panorama aiuta tutti quelli che devono dare una risposta.

 L’aiuto più veloce e facile è quello di cercare direttamente su google maps Belvedere di Sant’ Antonio a Posillipo.

Oppure possiamo raggiungerlo direttamente con l’autobus, a Piazza Sannazzaro, o la funicolare, che si può prendere a Mergellina.

Emanuela Giardiello

Mi chiami Emanuela Giardiello amo viaggiare e scoprire posti nuovi, dove posso incontrare culture diverse, ed amo perdermi mentre guardò il mare con i suoi meravigliosi colori.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *