Viaggi, arte e cultura

San Gregorio Armeno: la strada napoletana dove il Natale è eterno

A San Gregorio Armeno, strada napoletana, il Natale è eterno. Luogo ricco di tradizioni come quella del presepe, odori e sapori è amato da tutti. Ogni anno, infatti, è un rito per milioni di persone.

C’è una via, nel cuore pulsane di Napoli, dove Natale dura tutto l’anno. È la via dei presepi, famosa in tutto il mondo come San Gregorio Armeno.

Questa strada, situata nel quartiere Spaccanapoli, nel pieno centro storico, ospita centinaia di piccole botteghe. Qui esperti artigiani realizzano statuine del presepe ispirandosi ai personaggi della tradizione come San Giuseppe, la Madonna, i Magi e Benino, il famoso pastorello dormiente.


Inoltre, ritroviamo riproduzioni in forma scenografica di personalità importanti come Totò, Pulcinella, Maradona o di personaggi politici e dello spettacolo. Le statuette sono realizzate interamente a mano, dalle parti in terracotta ai vestiti, cuciti dalle abili dita degli artigiani la cui arte si tramanda di generazione in generazione.

La tradizione del presepe a San Gregorio Armeno

A Napoli fare il presepe a Natale è una tradizione molto sentita dalla popolazione. Come dimenticare il famoso Luca Cupiello della commedia di De Filippo Natale in casa Cupiello, fervente amante della tradizione natalizia del presepe.

In realtà, il presepe napoletano è una rappresentazione della scena della natività nella Napoli del 700 con personaggi che rispecchiano la società dell’epoca come gli antichi mestieri.

Oltre ai personaggi tipici, uno dei più importanti è Benino che rappresenta un pastorello che dorme. A Napoli il presepe rappresenta una tradizione che col tempo è diventata arte e San Gregorio Armeno ne è la principale testimonianza.

Potrebbe interessare anche>>>La magia del Natale ritorna con i suoi preziosi mercatini: servirà il green pass?

I mercatini natalizi a Napoli sono aperti tutto l’anno

La preparazione delle statuine, alcune anche a grandezza naturale, dura tutto l’anno e le botteghe sono sempre aperte ma è durante il periodo natalizio, da metà dicembre a dopo l’Epifania, che il quartiere si riempie. Chi visita Napoli in quel periodo deve necessariamente vedere i mercatini di San Gregorio Armeno, aperti ogni giorno dalle 9 alle 21.

Si ha la sensazione di immergersi in un viaggio nel tempo, pieno di colori, di suoni e di emozioni. Un viaggio nella cultura partenopea e nella storia contemporanea. Nel periodo di Natale, le strade sono molto affollate e quindi per camminare e non perdersi, bisogna camminare nel senso di marcia stabilito, destra per scendere, sinistra per salire.

Ogni anno la passeggiata per la via di San Gregorio Armeno è diventata un rito per milioni di persone. Luci colorate, alberi di Natale, presepi artigianali, addobbi realizzati a mano. Il viaggio si conclude con un’immersione totale nei suoni e nei sapori di Napoli attraverso le bancarelle che vendono cibo tradizionale da strada, la degustazione di un bel caffè o di una sfogliatella.

Alessia Del Gaudio

Mi Chiamo Alessia e vivo a Pomigliano D'arco, provincia di Napoli. Sin da bambina la mia più grande passione è studiare lingue straniere e per questo ho deciso di portare avanti le mie ambizioni. A Luglio mi sono laureata in Lingue, Culture e Letterature moderne europee all'Università Federico II. Il mio più grande sogno è quello di insegnare un giorno letteratura e di poter trasmettere l'amore per lo studio che da sempre mi ha contraddistinto. Sono empatica, ambiziosa e volenterosa. Mi piace apprendere sempre più cose possibili. Ho deciso di far parte di questo progetto per poter mettere alla prova le mie capacità di scrittura e affrontare con determinazione la laurea magistrale.

Articoli collegati