Cronaca

Zona gialla, 4 Regioni a rischio da subito

A rischio zona gialla quattro Regioni italiane a causa della variante Delta

Oggi ci sarà l’incontro per decidere le sorti dell’Italia per quanto riguarda l’emergenza Covid e la variante Delta. Quasi sicuramente si deciderà per un Green pass modello Francia. Ci sono delle Regioni che in Italia rischiano la zona gialla, già da subito, l’ipotesi al vaglio del Governo. Dovrebbero cambiare i parametri, indice Rt e incidenza del virus, che dovrebbero essere sostituite dalle ospedalizzazioni riguardo terapie intensive e ricoveri normali.

Le 4 Regioni a rischio zona gialla

Il premier Draghi, troverà un accordo con Regioni e con le Province, coadiuvato dal Comitato Tecnico Scientifico e la cabina di regia, per stabilire il passaggio di alcune Regioni, a forte rischio contagi, nella zona gialla. Il valore Rt sono ormai criteri obsoleti e quindi si cerca nuove motivazioni e si possa intervenire quanto prima.


Tra le ipotesi si pensa di considerare come parametro le occupazioni negli ospedali, sia delle terapie intensive che quella dei ricoveri normali. Per quanto riguarda le terapie intensive si parla di una percentuale non superiore al 5%, per i reparti invece ordinari si parla del 10%.

Ricordiamo che le percentuali di soglia critica di saturazione sono del 30% per le terapie intensive e del 40% per i reparti ordinari. Sotto queste soglie viene ritenuto l’intervento del sistema sanitario, agevolmente efficiente per poter curare i pazienti.

Ecco le Regioni che rischiano da subito

Per quanto riguarda le Regioni che hanno una situazione vicino alla soglia per le terapie intensive, abbiamo la Toscana con il 4%, con il 3% invece Sicilia, Lazio e Calabria. A rischio zero in questo caso abbiamo la Basilicata, Bolzano, Friuli Venezia Giulia, Molise, Piemonte e Valle d’Aosta.

Per quanto riguarda la situazione per i reparti ordinari, la situazione vede più a rischio la Calabria con il 6%, con il 5% abbiamo la Campania e la Sicilia. A rischio zero invece la sola Valle d’Aosta e Trento.

Ad oggi, con questi nuovi ed eventuali parametri, nessuna Regione andrebbe in zona gialla. La sola Toscana, vicina alla soglia della terapia intensiva, e la Calabria per i ricoveri normali, sono vicine al passaggio.

Dove preoccupano i contagi sono nelle isole, parliamo dei ricoveri ordinari, con la Sicilia al 5% e la Sardegna con il 4%.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, mi occupo anche dell’area Finanza, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *