Cucina

Pasta italiana: ecco la classifica delle migliori nell’anno 2021

Dopo una attenta verifica, è stata stilata una classifica della migliore pasta in Italia nell'anno 2021

Secondo alcune analisi verificate quest'anno, sulle tante categorie di pasta che ci sono in Italia, è stata stilata una classifica per quelle più raccomandate. 

Noi italiani siamo amanti della pasta, e sulle nostre tavole non manca quasi mai. C'è chi la preferisce anche di sera, poiché durante il giorno, per motivi lavorativi, non si ha possibilità di mangiarla. Ma ci sono vari tipi di qualità che le nostre aziende di pasta ci offrono. Questa speciale classifica è fatta direttamente dall'associazione per la tutela dei consumatori, in cui è stato messo a disposizione un test di venticinque penne rigate di diverse marche. Alcune erano normali altre invece integrali. Inoltre sono state considerate vari aspetti tra i tipi di pasta assaggiati, intenti alla ricerca di quella più indicata in base alle proprietà di ognuna. 


Ecco la pasta italiana consigliata quest'anno

Le venticinque penne che sono state esaminate per scoprire l'eccellenza della qualità del prodotto che viene acquistato ogni giorno dai consumatori, sono state esaminate per il composto del contenuto, per il grano, per l'eventualità di tracce di contaminazione, per le fibre e le proteine.

Inoltre sono state fatti anche altri tipi di test, direttamente in cucina, per la verifica dell'aspetto che si crea al momento della cottura, e di come la pasta assorbe il sugo in se. Le marche che hanno ricevuto l'esito migliore e sono rientrate a far parte della pasta più consigliata del 2021, sono:

1) pasta Libera Terra, un'azienda creata da varie cooperative che si sono formate tramite l'associazione libera. Il suo punteggio è 79 su 100

2) la pasta della linea Equilibrio di Esselunga, con un punteggio di 74 su 100

3) pasta Sgambero, con punteggio di 72 su 100

Tra le marche più conosciute troviamo poi al quarto posto la Voiello, con il punteggio di 69 su 100. Poi la Barilla e la De Cecco, che si aggiudicano lo stesso punteggio, 66 su 100. La Molisana invece ha un punteggio di 65 su 100. Poi a seguire troviamo la pasta Rummo con il 64 su 100.

Da notare anche il prezzo fa la differenza tra loro. La prima classificata (quella di Esselunga), ha un costo di poco inferiore ad un euro. Mentre tra quelle più conosciute il prezzo varia ed è di gran lunga superiore, possano arrivare a costare fino ad 1,50 euro.

Giovanna Russo

Mi chiamo Giovanna, e vivo al centro storico di Napoli. Ho ed ho una passione sin da bambina ed è quella di viaggiare e scoprire posti nuovi, culture diverse tradizioni nuove e luoghi da esplorare.

Articoli collegati