Finanza

Borse europee chiudono la settimana in positivo nonostante il lunedì nero, attenzione sulla Fed

Le Borse europee chiudono la settimana in positivo, nonostante la partenza con un lunedì nero dovuto alle preoccupazioni per la variante Delta. Nel frattempo si attende l'esito della riunione Fed.

Grazie alla Bce le Borse europee chiudono la settimana in positivo. Tutti gli indici azionari hanno registrato un miglioramento dopo un lunedì iniziato male. La settimana ha accusato i timori sulla variante Delta del Covid-19 e gli annunci dei nuove restrizioni per limitare i contagi.

A dare una mano alle Borse europee la Banca centrale europea che ha rassicurato i risparmiatori. Infatti, ha annunciato che la politica monetaria rimarrà accomodante ancora per lungo tempo. Christine Lagarde, attuale presidente della Bce, ha rimarcato che l’istituto centrale non alzerà i tassi. Qualora l’inflazione dovesse salire oltre la soglia del 2% prima di intervenire, si procederà a cambiare la condotta. Ma ribadisce che in questo momento è prematuro parlare di ciò. Nel frattempo, l’attenzione si concentra per la riunione della Federal Reserve. La settimana prossima probabilmente la banca centrale dovrà fornire nuove indicazioni di politica monetaria, il cambiamento è dovuto al rialzo incontrollato dell’inflazione.


Borse europee chiudono la settimana in positivo

Tra le Borse europee nella settimana, Madrid è la migliore con un rialzo del 2,48%, segue Amsterdam con +1,75% e Parigi con +1,68%, Francoforte +0,83%. Invece, Milano con il Ftse Mib +1,34%. Tutto sommato una settimana positiva, l’indice alla fine della settimana ha riconquistato la soglia dei 25.000 punti.

Tra i settori più gettonati al primo posto è il tecnologico, con un sottoindice in rialzo a +2,7%. Anche il settore viaggio con un rialzo del +3,4%, nonostante la variante Delta.

Mentre sono rimaste invariate Tlc e il settore oil, che hanno risentito della volatilità del petrolio.

Tra i titoli di Piazza Affari, spiccano: Diasorin +0,81%, Moncler +1,49%, Azimut +2,11%. Mentre perdono: Banca Generali -1,13%, Prysmian -1,03% e Telecom Italia -0,77%.

Tra gli industriali e i petroliferi si evidenziano: Leonardo +1,33%, Azimut +2,11%, Stmicroelectronics +2,81%, Exor +1,96%, A2a +2,82% e Atlantia +1,64%.

Oggi, venerdì 23 luglio tutte le Borse europee hanno chiuso una settimana in positivo. Milano ha ripristinato di nuovo la soglia sopra i 25.000 punti base, un dato che non si vedeva dal 14 luglio 2020. Dopo il messaggio trasmesso ieri dalla Bce si spera in una risalita dei mercati azionari e maggiore fiducia degli investitori.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, formazione tecnica e fiscale, dopo anni di consulenza in azienda e presso CAF. Mi occupo anche dell’area Finanza, Economia, Fisco, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza e Fisco, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Aiutano il Lettore nel disbrigo di pratiche e consigli su come evitare multe salate. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati