Fisco

Bonus casa 110% anche per la sostituzione stufa a legna?

Le agevolazioni del bonus casa spettano anche con la sostituzione di una vecchia stufa a legna con impianti trainanti e trainati? La risposta

La sostituzione della stufa a legna con interventi previsti nel decreto legge n. 34/2020, permette di accedere al bonus casa 110%? Controlliamo cosa prevede la normativa aggiornata e le Faq aggiornate dell’Enea in materia di Ecobonus. Nel rispondere analizzeremo il quesito di un nostro lettore.

Bonus casa 110% e sostituzione stufa a legna

La domanda di un lettore: «Buongiorno, vorrei sostituire la vecchia stufa a legna con un impianto di riscaldamento e anche un impianto fotovoltaico. L’impianto di riscaldamento è a pompa di calore, questo per usufruire del bonus casa al 110%, il commercialista mi ha consigliato anche di effettuare il cappotto termico, che comunque devo fare e quindi, volevo sapere se effettivamente, facendo questi interventi rientro nel bonus al 110%.»


A chiarire tutti i dubbi è intervenuta l’Enea che con la risposta ai contribuenti (Faq 9), ha specificato che con l’ingresso del Decreto legge n. 48/2020, ha apportato modifiche alla direttiva sull’efficienza energetica sulla definizione di “impianto termico”. Quindi, sui nuovi interventi di impianto termico, si applicano le nuove agevolazioni (bonus casa al 110%).

La risposta è positiva, lei rientra con gli interventi che vuole effettuare in base alla sostituzione di una vecchia stufa a legna nel beneficio.

⇒ Bonus casa 110% anche per le vecchie case con camino

Lei potrà accedere al bonus casa al 110%  se rispetta tutti i requisiti tecnici  richiesti per la sostituzione dell’impianto di riscaldamento (ai sensi del decreto legge n. 34 art. 119, comma 1, lettera c), lo stesso vale in riferimento al cappotto termico. Anche l’impianto di fotovoltaico che in questo caso è un impianto trainato, può accedere al bonus al 110 per cento (art. 119 comma 5).

Bisogna precisare, che è necessario che tutti gli interventi eseguiti assicurino il doppio salto della classe energetica dell’immobile. La dimostrazione del miglioramento a livello energetico dovrà avvenire con la doppia attestazione di prestazione energetica  (prima e dopo i lavori).

Seguici su GNews, se hai dubbi e hai bisogno di qualche chiarimento contattaci su WhatsApp +39 379 122 7826 oppure scrivici a esperto.informazioneoggi@gmail.com

Esperto risponde

Invia una domanda agli esperti di InformazioneOggi.it, Andrea Napolitano e Annalisa Giordano. Il servizio è semplice e gratuito. I temi trattati riguardano l'ambito fiscale, giuridico, amministrativo, previdenziale e agevolazioni disabili. Scrivici: esperto.informazioneoggi@gmail.com o WhatsApp +39 379 122 7826

Articoli collegati

14 Commenti

  1. immobile A3, dotato oggi di caldaia per l’acqua calda sanitaria e per soli 2 caloriferi nei bagni. il riscaldamento degli ambienti è ottenuto tramite una stufa a legna in maiolica, senza ventilazione forzata dell’aria.
    c’è in progetto di sostituire la caldaia con una pompa di calore ad alta efficienza e, in combinata con impianto ftv, ottenere il salto di 2 classi, anche grazie alla sostituzione degli ultimi 4 infissi vecchi ancora presenti (tutti gli altri già sostituiti l’anno scorso).
    l’eventuale sostituzione della stufa a legna con una più recente ed efficiente, con ventilazione forzata ecc., potrebbe venire trainata nel 110%?
    grazie

    1. Salve Antonio, la sostituzione della stufa con determinate caratteristiche rientra nell’Ecobonus è può essere trainato da interventi di efficientamento energetico dell’immobile con interventi trainanti. Prima di iniziare i lavori consiglio di effettuare un studio di fattibilità. Inoltre, per certificare il doppio salto di categoria di efficientamento energetico necessita l’attestazione APE prima di effettuare gli interventi e dopo a fine lavoro.

  2. Buongiorno,
    io ho acquistato un c/2 che porterò con cambio uso e ristrutturazione ad abitazione prima casa. Attualmente nell’immobile c’è una stufa a legna con canna fumaria fissa (la canna fumaria fissa è accatastata). Sostituendo la stufa con una caldaia che rispetta i requisiti richiesti posso accedere al 110% sia per la sostituzione caldaia, infissi e per il cappotto termico?
    Grazie mille,
    Cordiali saluti,
    Paola

    1. Si secondo le nuove disposizioni emanate dall’Enea se rispetta i requisiti del doppio salto di classe energetica, può usufruire del superbonus per tutti e tre gli interventi “trainanti” e “trainati”.

  3. Buon giorno desidererei sapere se con la sostituzione della caldaia a condensazione sono compresi nell’ECOBONUS i lavori completi di impianto del riscaldamento Grazie

  4. Buongiorno,
    possiedo villetta singola riscaldata tramite stufa a legna e scaldabagno a legna.
    Sarebbe possibile installare tramite ecobonus un riscaldamento a pompa di calore ma lasciare comunque la stufa come complemento?
    Grazie

    1. A mio avviso è possibile, ma deve considerare che gli interventi realizzati devono portare l’immobile al superamento della doppia classe energetica. Quindi, le consiglio prima di iniziare i lavori di attuare uno studio di fattibilità.

  5. Buon giorno.
    Possiedo una seconda casa, indipendente con giardino su tre lati, muro in comune con altro proprietario. Edificio solo piano terreno, sprovvista di allacciamento gas, il riscaldamento è stato rifatto recentemente da me stesso ed è composto di termoventilatori fissi montati a parete in ogni locale, in precedenza era attiva, ed è tuttora presente anche se disattivata, una stufa a cherosene. Si può accedere al superbonus 110% ? Naturalmente vorrei realizzare cappotto, serramenti e quanto altro necessiti per ottenere il salto di due o tre classi energetiche.
    Grazie

  6. Buongiorno,

    mi sono trasferito in una vecchia casa e sto informandomi sulla fattibilità del bonus110. Le volevo gentilmente chiedere se all’interno del bonus110 che ha come trainante il cappotto, come trainato posso andare a sostituire l’inserto del camino con uno più efficiente, canalizzato 4 stelle, e ripristinare la canna fumaria esistente ammalorata e non in sicurezza ,con una adeguata che comporterà lavori di muratura. Non capisco e se la canna fumaria rientra o meno nel bonus.
    La ringrazio molto e le auguro una buona giornata.
    Denis

  7. Salve, ho acquistato un vecchio casellino ferroviario accatastato ad abitazione (circa 60 mq suddiviso in 2 piani). In origine la casa era riscaldata da un camino posto in cucina. Successivamente il camino è stato sostituito da una cucina economica ed è stata installata una stufa a cherosene nella stanza adiacente. Vorrei fare gli interventi di ristrutturazione avvalendomi del 110%. Gli interventi trainanti sarebbero il riscaldamento radiante a pavimento con pompa di calore e il cappotto termico del tetto e di una parete. Ci posso rientrare? L’ing. Prisinzano dell’ENEA si è pronunciato in un webinar dicendo che il tecnico deve asseverare che l’impianto, se posto in un solo locale, sia in grado di riscaldare tutta la casa con canalizzazioni o con la semplice circolazione d’aria. Leggo che salire di due classi energetiche con impianti a biomassa è più difficile. Nel mio caso, la cucina economica è parte dell’impianto termico? E la stufa a cherosene è a biomassa? Vi ringrazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *