Mondo

Omofobia, oggi 17 maggio si celebra la Giornata Internazionale: consigli per gli insegnanti nelle scuole

Oggi, 17 maggio, Giornata Internazionale contro l'omofobia: occasione per gli insegnanti di discuterlo nelle scuole

Oggi 17 maggio, si celebra la Giornata Internazionale contro l’omofobia; data scelta perché nel 1990, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, decise di declassificare l’omosessualità da disturbo mentale. Questa iniziativa mira a celebrare la diversità in genere, in senso lato, e sensibilizzare le persone a combattere contro violenze e discriminazioni di ogni genere.

Giornata Internazionale contro l’omofobia

In tutto il mondo ci sono ben 70 Paesi dove le relazioni omosessuali sono illegali, con pene, in alcuni di questi, che possono arrivare alla morte.


Per questo motivo le scuole e i loro docenti, hanno un ruolo molto importante. Sono prima loro che devono imparare a vincere le loro paure e i loro pregiudizi, per poi affrontare bene l’argomento con gli alunni. Insegnare ai ragazzi l’uguaglianza, il rispetto, in qualunque campo, anche su quello sessuale, è molto importante. La scuola ha il compito di debellare sul nascere, l’omofobia.

Con il progetto scuola ed iniziative come questa, bisogna incoraggiare tutti ad intraprendere un processo di uguaglianza; è importante che la scuola, rifletta il momento e la realtà in cui viviamo. La cosa importante da insegnare ai ragazzi nelle scuole, è quello di poter non condividere le scelte di alcuni, ma di certo accettarle e rispettarle chi le ha prese.

No al bullismo

In molti casi si diventa vittime di bullismo solo perché c’è un diverso orientamento sessuale; questo non va bene. La scuola deve essere vista come un struttura che punta a creare una comunità coesa, in grado di far accettare a tutti, le integrazioni di ogni genere.

Questa giornata deve servire a insegnare i principi fondamentali ai nostri ragazzi ma anche ai più adulti che l’omofobia, la bifobia e la transfobia, violano la dignità umana, vanno a comprimere la libertà delle persone e gli affetti, e vanno a ledere il principio di eguaglianza tra soggetti. La denuncia di questi tre punti deve seguire un impegno costante per la nostra società.

Le differenze per orientamento sessuale o di identità, e solo frutto di pregiudizi o stereotipi, che va a creare paura nei soggetti diversi, immotivata e irragionevole.

In particolare, la giornata di oggi, 17 maggio, serve ai docenti di tutte le scuole, ad approfondire con i propri studenti, propri i temi legati ad ogni tipo di discriminazione.

Giovanni Barreca

Fondatore e direttore responsabile, mi occupo anche dell’area Finanza, Salute, Motori e Spettacolo. Mi appassiona il mondo della Finanza, ho iniziato a gestire la cosa più difficile a mio avviso, i risparmi della famiglia e da lì è nata la passione. I miei articoli aiutano a comprendere come orientarsi in un mondo pieno di numeri e percentuali. Sono appassionato di tutto ciò che riguarda la cura della persona, lo sport, l’ambiente dello spettacolo. Mio padre era un meccanico e mi ha trasmesso la passione per le auto. Mi piace scrivere su tutto, costanza e passione mi hanno spinto a creare Informazioneoggi.it.

Articoli collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *